ilmurodeitifosi di Campobasso
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  CercaCerca  RegistrarsiRegistrarsi  Lista utentiLista utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
werewolf
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS


Messaggi : 355
Data d'iscrizione : 23.08.11

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Apr 18, 2013 3:19 pm

lupacchiotto81 ha scritto:
Notizia purtroppo certa datami qualche minuto fa...il presidente Capone dopo aver avuto rassicurazioni sul fatto che i punti di penalità eventuali dovuti alle inadempienze saranno scontati nella stagione futura ha deciso di non pagare neanche un euro di stipendi.
Allenamento del pomeriggio fortemente a rischio con giocatori e staff tecnico comprensibilmente e giustamente amareggiati e delusi.

Sull'argomento non volgio più tornarci,da adesso i poi parlerò solo della squadra che è l'unica cosa che conta!
Ragazzi non mollate...

peccato,stvolta ci sono cascato anche io

no cazzo i punti di penalizzazione nella prox stagione no, meglio in questa visto il calendario. spero che la voce che non ha pagato non sia vera, se fosse così con ulteriori debiti dove cazzo andiamo, andiamo dritti al fallimento. ad un passo dalla C unica e i nostri imprenditori se ne sono fregati. ma porca puttana. che senso ha non vendere e non pagare, ha preso la dipalmite?
meglio l'eccellenza che questa dirigenza, dai tutti all'antistadio. Mad

ps ma sei sicuro della tua fonte?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lupacchiotto81
SuperTifoso
SuperTifoso


Messaggi : 63
Data d'iscrizione : 08.11.12

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Apr 18, 2013 2:25 pm

Notizia purtroppo certa datami qualche minuto fa...il presidente Capone dopo aver avuto rassicurazioni sul fatto che i punti di penalità eventuali dovuti alle inadempienze saranno scontati nella stagione futura ha deciso di non pagare neanche un euro di stipendi.
Allenamento del pomeriggio fortemente a rischio con giocatori e staff tecnico comprensibilmente e giustamente amareggiati e delusi.

Sull'argomento non volgio più tornarci,da adesso i poi parlerò solo della squadra che è l'unica cosa che conta!
Ragazzi non mollate...

peccato,stvolta ci sono cascato anche io
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Apr 17, 2013 6:10 pm

Anche se non è detto che Di Palma non torni alla carica, ho notato che il personaggio è troppo attaccato alla squadra .... o scusate, volevo dire all'area di Selva Piana, a me il progetto di Di Palma, se son cose vere e non chiacchiere, piace molto, rappresenza la progettualità che è mancata al buon Capone, Però deve tirar fuori i soldi, gli esperti presenti all'incontro (Avv. Franco Mancini, Commercialista Dott. Ianiro, Notaio Giordano, lo hanno messo spalle al muro, si è ritrovato lui spalle al muro rinunciando al suo sogno, quello di mettere spalle al muro Capone, se Capone non avesse avuto modo di reperire i soldi per la scadenza Covisoc, (speriamo che li abbia davvero trovati), si sarebbe trovato nudo davanti a Di Palma ed avrebbe dovuto accettare qualsiasi condizione, invece Capone, che fesso non è, si è tutelato preparando in anticipo tutte le carte per la scadenza Covisoc, poi è andata all'incontro con Di Palma con il coltello dalla parte del manico, quando si è accorto che il Vicentino non tirava fuori nemmeno 70 centesimi per offrigli il caffè, ha effettuato i pagamenti per evitare di perdere i contributi Covisoc.
A mio avviso ieri sera Di Palma, il quale aveva detto che c'era la stretta di mano quindi l'accordo era concluso, avrà sentito i suoi amichetti del nord che dovevano tirar fuori i soldi, questi gli hanno risposto per l'ennesima volta picche e lui ha fatto saltare il banco, forse i suoi amici del nord pensavano che a Campobasso fossimo tutti dediti a pascere le pecore e che quindi gli facevamo firmare un atto di vendita senza tirar fuori un euro, a questo punto non serviva che venisse lui dal Veneto, senza soldi il Campobasso ce lo potevamo comprare anche io e Lupacchiotto.
E poi mi chiedo, possibile che uno così voglioso di comprare il Campobasso non viene allo stadio a vedersi la sua futura squadra di calcio? qualcuno lo ha visto? Non credo. Capone invece prima di partire è passato dai giocatori a salutarli, il gruppo compatto si vede anche da queste cose.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lupacchiotto81
SuperTifoso
SuperTifoso


Messaggi : 63
Data d'iscrizione : 08.11.12

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Apr 17, 2013 6:04 pm

cuore rossoblù ha scritto:
A questo punto, credo che l'unica soluzione sia quella di coinvolgere l'Avv. Mancini ed il dott. Ianiro rispolverando la vecchia soluzione dell'azionariato popolare in appoggio a Capone, bisogna far subito perchè a giugno temo che Capone davvero non troverà più liquidi per tirar fuori altri 200.000,00 euro, a meno che non si metta a rubare o spacciar droga.
In caso di azionariato popolare, ognuno decide per le azioni che possiede, quindi non è detto che Capone debba per forza restare il maggior azionista, questa società allargata dovrebbe prendere in esame un pò tutto quello che voleva fare senza soldi Di Palma, e cioè: costituzione del settore giovanile, sfruttamento dell'area di Selva Piana, Installazione di pannelli fotovoltaici a copertura dello stadio, tutto questo potrebbe essere curato dallo stesso Capone, dall'avv. Mancini e da altri tecnici locali. Insomma bisogna fare in modo tale che ci siano introiti extra calcistici che possano sopperire alle perdite derivanti dal calcio.


come preannunciato in tempi non sospetti...quello di DiPalma era solo un bluff di uno sporco speculatore da strapazzo...e come detto (sempre diversi giorni fa...) alla fine il presidente avrebbe onorato le scadenze in quanto vuoi o non vuoi pe rnon cacciare 190mila euro ne avrebbe rimessi quasi il triplo tenengo in considerazione i contribuit del minutaggio avuti,quelli ancora spettanti e quelli derivanti dalla legge melandri.
Che poi il buon Capone a questa società e a questa squadra soprattutto si senta legato in maniera quasi viscerale non ci sono dubbi,e quei pochi che il sottoscritto aveva avuto nelle ultime settimane sono svaniti quando domenica l'ho visto quasi piangere dal settore ospiti nel momento in cui gli abbiamo intonato dei cori a suo favore al termine della partita.
Qualche giocatore mi ha detto che nello spogliatoio ha abbracciato tutti ad unop ad uno compreso il mister dicendo che meritavano un monumento...
A me questo basta e avanza.
Chiedo scusa al presidente se ho dubitato di lui nelle ultime settimane.

Forza LUPI!!!!!!!
P
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Apr 17, 2013 10:46 am

A questo punto, credo che l'unica soluzione sia quella di coinvolgere l'Avv. Mancini ed il dott. Ianiro rispolverando la vecchia soluzione dell'azionariato popolare in appoggio a Capone, bisogna far subito perchè a giugno temo che Capone davvero non troverà più liquidi per tirar fuori altri 200.000,00 euro, a meno che non si metta a rubare o spacciar droga.
In caso di azionariato popolare, ognuno decide per le azioni che possiede, quindi non è detto che Capone debba per forza restare il maggior azionista, questa società allargata dovrebbe prendere in esame un pò tutto quello che voleva fare senza soldi Di Palma, e cioè: costituzione del settore giovanile, sfruttamento dell'area di Selva Piana, Installazione di pannelli fotovoltaici a copertura dello stadio, tutto questo potrebbe essere curato dallo stesso Capone, dall'avv. Mancini e da altri tecnici locali. Insomma bisogna fare in modo tale che ci siano introiti extra calcistici che possano sopperire alle perdite derivanti dal calcio.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Apr 17, 2013 10:30 am

Mettiamolo integralmente l'articolo di Teleregione Molise:



Lupi-Di Palma, salta la trattativa
Covisoc, si attende la conferma: Capone avrebbe sistemato le pratiche in extremis

Il giorno più lungo potrebbe non essere bastato a chiarire la questione Campobasso. Partiamo però dalle certezze. In tarda serata l’imprenditore vicentino Giulio Di Palma ha detto di no alla proposta di un preliminare condizionato, ipotesi giunta al termine di un lungo incontro dal notaio che si è presto arenato sulle garanzie richieste all’aspirante acquirente. La risposta negativa archivia di fatto la trattativa, tanto che l’ex giornalista di Repubblica ha annunciato che ripartirà domattina alle 5 per il Veneto.
Giungono invece dei segnali positivi sulla questione Covisoc: con un intervento in extremis pare che a ridosso del termine ultimo il presidente Ferruccio Capone sia riuscito a sistemare tutti gli adempimenti, anche se su questo si attende una comunicazione ufficiale da parte della società. Un nuovo sacrificio personale per evitare sanzioni che – in ogni caso – con tutta probabilità sarebbero finite comunque sulla classifica del prossimo torneo, comportando però la perdita dei contributi per il minutaggio dei giovani. Su questo argomento i punti interrogativi sono ancora validi nell’attesa di una nota della società e del successivo ok dell’organo di vigilanza. L’ottimismo, però, è evidente.
Tornando al vertice di stamane, alle 11 Capone e Di Palma si sono incontrati nello studio del notaio Giordano. Il presidente del Campobasso è giunto accompagnato dall’avvocato Franco Mancini in veste di ulteriore arbitro e garante. Per il club rossoblù c’erano anche il direttore generale Michele Ciccone, il team manager Giovanni Palladino e il revisore Nicola Ianiro. A dire la verità Capone aveva reclamato anche la presenza del sindaco Gino Di Bartolomeo e dell’assessore allo Sport Pasquale Colarusso che, però, non si sono visti. E non solo. Da indiscrezioni pare che il primo cittadino abbia addirittura rinunciato alla procura in suo favore.
La discussione si è presto bloccata sulle garanzie chieste a Di Palma per rilevare la società. Capone si è invece dichiarato pronto anche a un atto di vendita senza passare per il preliminare, con il preciso impegno di alcune proprietà personali in caso di debiti fuori bilancio. Dopo una discussione infuocata c’è stata un’iniziale convergenza su una proposta di preliminare condizionato, ovvero un impegno al 30 aprile di Di Palma a mostrare le proprie intenzioni con denaro contante e fidejussioni. Un legame, però, senza alcun vincolo a differenza di un preliminare ‘normale’ che prevede invece delle penali in caso di marcia indietro, un accordo subordinato al pagamento come acconto di una cifra pari a circa 200mila euro per alcuni adempimenti immediati. Alle 14 l’uscita dall’ufficio del notaio. Capone non ha voluto rilasciare dichiarazioni e così a esporre il pensiero della società è stato Franco Mancini.
Di Palma ha prima riferito di “un passo in avanti e di un equilibrio trovato”, ma in serata ha rifiutato la proposta. Nel frattempo Capone, dopo aver salutato la squadra all’Antistadio Acli, è ripartito nel primo pomeriggio in direzione Montella dove ha provato fino a tarda a sistemare gli adempimenti federali. Domani verrà confermato se ci è riuscito o meno. Le impressioni, però, sono positive.



E meno male che Capone era il male assoluto per Campobasso.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
werewolf
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS


Messaggi : 355
Data d'iscrizione : 23.08.11

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Apr 17, 2013 9:27 am

http://www.teleregionemolise.it/portale_web/lib/archivio.aspx?news=8470

quindi il futuro del calcio nella nostra città è ancora nelle mani di capone, speriamo che fino a giungo qualche imprenditore molisano si svegli e quantomeno lo affianchi. che tristezza salvarsi quest'anno e fallire l'anno prox a un passo dalla C unica (che nel caso di molte mancate iscrizioni secondo me si potrebbe anche fare quest'anno).
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Apr 16, 2013 7:30 pm

.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Apr 16, 2013 7:29 pm

Altra domanda, quanto tempo occorrerà attendere per essere certi che il Campobasso abbia o non abbia effettuato il pagamento di aprile?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Apr 16, 2013 7:27 pm

ALTRE NEWS

Teramo, il presidente Campitelli annuncia le dimissioni
16.04.2013 17:40 di Valeria DEBBIA articolo letto 169 volte

Nel corso della conferenza stampa indetta per questo pomeriggio per fare chiarezza su situazioni presenti e future, il numero uno del Teramo Luciano Campitelli - visibilmente emozionato - ha annunciato le sue dimissioni dalla presidenza del club abruzzese, garantendone comunque il mantenimento in vita sino al termine della attuale stagione calcistica.



A questo punto voglio sperare che il Teramo non venga a Campobasso a fare la partita della morte, non credo che in queste condizioni pensino ancora a puntare ai Play Off.
Se Dio vuole, quella di Foligno è stata per noi l'ultima partita VERA del campionato, sperando che il Teramo venga a Campobasso demotivato e che il Melfi giochi contro di noi l'utlima di campionato con in tasca la salvezza matematica. Sai com'è, se dovesse arrivare la penalizzazione per il mancato o tardivo pagamento della scadenza di Aprile, facendo bottino pieno o quasi nelle ultime 4 giornate, ci salveremmo comunque.
Certo è che mi piacerebbe capire se la penalizzazione del pagamento di Aprile viene scontata in questo o nel prossimo campionato, quest'anno le scadenze sono bimestrali mentre l'anno scorso erano trimestrali, quindi non c'è un metro di paragone ne tantomeno sono riuscito a trovare nulla sul web che potesse toglermi questo dubbio. L'anno scorso, ad esempio, il mancato pagamento nei termini della scadenza di Maggio comportava penalizzazione da scontarsi nel successivo campionato.
Qualcuno ne sa qualcosa?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Apr 16, 2013 6:31 pm

Anche perchè il preliminare condizionato, come giustamente lo ha chiamato l'Avv. Mancini, non è un vero e proprio preliminare di vendita con il versamento di una caparra confirmatoria, il preliminare condizionato, in caso di mancato versamento di questa somma a garanzia dell'affare da parte di Di Palma, diventa carta straccia e non pone alcun olbbigo in capo a Di Palma, gli obblighi in capo al Vicentino cominceranno ad esserci solo se il documento condizionato diventerà un vero e proprio compromesso di vendita a fine mese con il versamento da parte di Di Palma di una somma che, pur se usata per soddisfare qualche incompenza della società, dovrebbe presumibilmente assumere caratteristica di Caparra confirmatoria, vale a dire che nel caso in cui non si addivenisse poi alla firma del vero e proprio atto di vendita a causa di Di Palma, egli perderebbe tale somma, nel caso invece di mancata firma per colpa di Capone, Ferruccio dovrebbe riversare a Di Palma il doppio di tale cifra.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
werewolf
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS


Messaggi : 355
Data d'iscrizione : 23.08.11

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Apr 16, 2013 4:48 pm

mi rispondo da solo, per chi non avesse la possibilità di informarsi se non su questo muro:
oggi incontro dipalma capone con accordo sul preliminare di vendita che dovrebbe essere firmato in questi giorni. in pratica nel preliminare dipalma accetta entro il 30 aprile di pagare alcune scadenze (ma non quella covisoc); se non paga l'affare salta. e la scadenza covisoc? siamo nelle mani di capone: lui dice di non poter pagare, altri sono fiduciosi.

non so perchè ma io di questo dipalma non mi fido per niente, speriamo bene per tutto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
werewolf
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS


Messaggi : 355
Data d'iscrizione : 23.08.11

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Apr 16, 2013 2:14 pm

ma nessuno sa nulla di quanto successo o non successo stamani?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Mar 14, 2013 6:57 pm

gigino ha scritto:
una cosa però va detta, se dovessimo salvarci e l'anno prossimo dovessimo disputare di nuovo la C2 sarebbe il 4° anno consecutivo tra i professionisti, roba che dal '90 in poi non si è mai vista a Campobasso. Questo a prescindere dal fatto che Capone sia simpatico o antipatico, ecc.

Infatti, bastava creare un pò d'entusiasmo attorno al presidente, e ci saremmo visti 10 campionati di lega pro, quello è uno che se vede una tifoseria che lo osanna è capace di vendersi anche la mamma pur di fare il mega presidente del Campobasso, quanto siamo fessi a non capirlo.
Speriamo bene con questa presunta delega a vendere preparata per il sindaco, speriamo bene per eventuali subentri da parte del fantomatico orafo veneto di origine molisana o del fantomatico gruppo facente capo al presidente Frattura, anche perchè ho la vaga impressione che stavolta il 160.000,00/200.000,00 euro per la scadenza di Aprile Capone proprio non riuscirà a metterli da parte, finora è riuscito a tirare avanti grazie ai piccoli contributi da alcuni esterni, Bucci, Pugliese, grazie alla accettazione della riduzione degli stipendi da parte di alcuni giocatori, ma ad Aprile non so proprio cosa potrebbe inventarsi per raggranellare questi soldi, la sua impresa dispone di qualcosa come 300 appartamenti invenduti, ma dalle sua parti, così come da noi, l'edilizia è praticamente morta e seppellita.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
gigino
Ultras
Ultras


Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 06.03.11
Età : 30
Località : campobasso (ma al momento fuori sede)

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Mar 14, 2013 2:46 am

una cosa però va detta, se dovessimo salvarci e l'anno prossimo dovessimo disputare di nuovo la C2 sarebbe il 4° anno consecutivo tra i professionisti, roba che dal '90 in poi non si è mai vista a Campobasso. Questo a prescindere dal fatto che Capone sia simpatico o antipatico, ecc.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Mar 13, 2013 8:01 pm

Se poi si dovesse addivenire alla cessione, ben venga chiunque ci possa fare calcio professionistico, a me non interessa se è bello, brutto, simpatico, antipatico, l'importante è che abbia la pecunia.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Mar 13, 2013 7:56 pm

Capone in TV ha chiesto aiuto con il cuore in mano, si è quasi umiliato, a chiesto scusa per l'ennesima volta a tutti per gli errori commessi, compreso gli ultras per la storia dei 10 euro spiegando il reale significato delle sue parole, ha ribadito di voler vendere gratuitamente chiedendo solo l'accollo dei debiti in capo alla società ammontanti ad Euro 1.300.000,00 rateizzati.
Un milione e tre rateizzato per un titolo di lega pro 2° divisione non mi sembra poi così scandaloso, se poi gli eventuali acquirenti vogliono un regalo, allora potevano prendersi il Trivento e fare la dignitosissima serie D, che diventerà la quarta serie nazionale dopo la riforma, la questione vera, a mio avviso, è che Capone sotto sotto non vuole vendere perchè è troppo attaccato al Campobasso ma nello stesso tempo non ce la fa più ad andare avanti da solo vista la crisi del settore edile, di contro i possibili acquirenti vorrebbero fare l'affare, solo in quel caso prenderebbero in seria considerazione l'acquisizione, siccome Capone, sarà presuntuoso ed antipatico, ma certo fesso non è, resisterà senza vendere se non alle sue condizioni, questo tira e molla continuerà fino a quando Capone riuscirà a reggere nonostante i detrattori, quando sarà con l'acqua alla gola forse scenderà a buoni propositi, del resto la società è sua e non gli si può fare accuse di sorta, gli eventuali acquirenti, ammesso che ce ne siano davvero, non hanno nulla da perdere e continueranno ad aspettare sul bordo del fiume che passi il cadavere di Capone, in tutto questo chi potrebbe rimetterci le penne siamo noi tifosi che potremmo perdere definitivamente il nostro giocattolo, ripartire dall'Eccellenza, con la crisi in atto, sarebbe quasi impossibile.
Mi chiedo, ma non sarebbe meglio turarci il naso, accettare le lune traverse di Capone e andare avanti dandogli una mano con in tasca il titiolo di lega pro che l'anno prossimo potrebbe diventare di 1° divisione? Ma mi rendo conto che una piazza ottusa ed accecata dall'odio per Capone non riesce a capire dov'è il giusto di tutta questa storia. Anche perchè gli addetti ai lavori e coloro che a Campobasso ruotano attorno al calcio non hanno mai accettato l'arrivo da fuori regione di un uomo che decide quello che vuole, spesso sbagliando pure, senza mettersi a novanta gradi nei confronti di questi personaggi locali. A ciò si aggiungano gli ingenui ultras che non capiscono che loro, e solo loro, non hanno doppi scopi nel far cadere la testa di Capone, anzi hanno solo da perderci, ma vacci a parlare con quelli, è inutile.
Pertanto io ho gioito in maniera incredibile alla vittoria contro la Salernitana, ma sono anche pronto al peggio, e se ciò devesse avvenire, certo la colpa non potrà essere addebitabile a Capone.
Il 15 Aprile si devono tirar fuori 160.000,00 euro per gli stipendi, Capone deve mettersi a spacciare droga per procurarseli?
Se invece la piazza lo aiutasse, forse forse a Maggio avremmo in tasca un titolo di lega pro e la possibilità di progettare la nuova stagione finalmente con un direttore sportivo ed un allenatore con le palle, puntanto dritti dritti ai primi nove posti in classifica che ci danno il diritto alla terza serie nazionale subito dopo la serie B, del resto l'attuale squadra del Campobasso è già pronta per puntare ai quei primi 9 posti in classifica, anzi, secondo me è da Play Off.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
frank78
Super Ultras
Super Ultras


Messaggi : 199
Data d'iscrizione : 12.07.08
Età : 38
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Feb 27, 2013 8:44 pm

cuore rossoblù ha scritto:
Meno male va, con Ciccone è tutto rientrato, evidentemente si sono chiariti ed è venuto fuori che Ciccone non aveva responsabilità sulla storia di Berardo.
Bene così, Ciccone è uno con gli attributi, che sta nel calcio da tanti anni e sa come si opera in questo sporco mondo, per farlo bisogna a volte adeguarsi all'andazzo generale, in tal proposito da quando ho letto sul web di uno strano amoreggiamento tra i dirigenti della Salernitana ed il nostro Ciccone in occasione del prestito di Silvestri al Campobasso, mi sto facendo dei film in testa molto strani..... stai a vedere che vinciamo anche contro la Salernitana, soprattutto se la Salernitana batte l'Hinterreggio ed il Pontedera perde a Poggibonsi. Come si dice dalle nostre parti? Capisc a me!!!!!!!!!

Meno male! Mi fa piacere che tutto sia rientrato, perchè ritengo Ciccone una delle poche persone capaci che siano passate da queste parti negli ultimi tempi
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Feb 27, 2013 8:04 pm

Meno male va, con Ciccone è tutto rientrato, evidentemente si sono chiariti ed è venuto fuori che Ciccone non aveva responsabilità sulla storia di Berardo.
Bene così, Ciccone è uno con gli attributi, che sta nel calcio da tanti anni e sa come si opera in questo sporco mondo, per farlo bisogna a volte adeguarsi all'andazzo generale, in tal proposito da quando ho letto sul web di uno strano amoreggiamento tra i dirigenti della Salernitana ed il nostro Ciccone in occasione del prestito di Silvestri al Campobasso, mi sto facendo dei film in testa molto strani..... stai a vedere che vinciamo anche contro la Salernitana, soprattutto se la Salernitana batte l'Hinterreggio ed il Pontedera perde a Poggibonsi. Come si dice dalle nostre parti? Capisc a me!!!!!!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Feb 27, 2013 1:14 pm

Sembra che i motivi per cui si è consumato il divorzio con Ciccone siano dovuti, oltre al mancato sfoltimento della rosa ed all'arrivo di alcuni giocatori non all'altezza sia per motivi fisici (Lacheheb) che per motivi tecnici (Petrassi), soprattutto ad un inciucio portato a termine da Ciccone insieme al suo amico Adelmo Berardo al fine di diffondere notizie false e tendeziose riguardanti un'interessamento di un gruppo facente capo a Berardo pronto a rilevare il Campobasso Calcio, ovviamente si tratta della solita arrampicata sugli specchi per cercare di prendere voti alle elezioni regionali.
Questa cosa avrebbe fatto andare su tutte le furie il presidente Capone, soprattutto perchè non c'era nemmeno l'ombra di un acquirente dietro la notizia "elettorale".
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
frank78
Super Ultras
Super Ultras


Messaggi : 199
Data d'iscrizione : 12.07.08
Età : 38
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Feb 13, 2013 7:34 pm

Per prendere il Campobasso oltre ai soldi ci vogliono un passione e una pazienza smisurata. In una piazza dove tutto è dovuto (anche fare le veci dell'amministrazione comunale) e in cui si critica molto (facile fare i froci col culo degli altri) e non si fa mai autocritica. Un ambiente che non fa passare nulla a chi ci rimette soldi e salute, e non si butta la "cenere in testa" per il vergognoso e perpetuo immobilismo. E i cosiddetti "opinion lider" con la scrima e con i baffi sono maestri in questo.

Credo a questo punto che il principale sport cittadino debba rappresentare lo specchio della realtà che rappresenta. Non più di una prima categoria.
Perchè è davvero vergognoso che una città indegna come questa abbia una squadra in seconda divisione.

E quando tutto sarà compiuto, esimie teste di cazzo, si che potrete seguitare a fare i cori. Ma rivolti contro di voi e contro la gente come voi.

Vergogna
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Feb 12, 2013 7:04 pm

Io resto dell'avviso che le strade percorribili per la successione di Capone potrebbero essere due. Una porta alla famiglia Ferro che ha rilevato il pastificio "La Molisana" dal fallimento a prezzi stracciati, diciamo quasi gratuitamente, dovrebbe essere il sindaco a costringerli a prendere il Campobasso Calcio, loro non sono appassionati di calcio, ma il sindaco dovrebbe fargli capire che avendo avuto una botta di culo così incredibile nel prendersi "La Molisana", sarebbe il caso che rendano qualcosa alla piazza.
L'altra soluzione è quella che porta a Rocco Sabelli di Agnone ed ai suoi uomini tra cui Fiaschetti e l'ex attaccante rossoblù D'Ottavio, per chi non lo sapesse ecco il curriculum di Sabelli preso da Wikipedia:

È laureato in ingegneria chimica a Roma.

Inizia la sua carriera in GEPI[1] dove si occupa di fusioni e acquisizioni. Dal 1985 fa carriera nell'ENI fino a raggiungere il ruolo di presidente e amministratore delegato di Nuova Ideni, una società del gruppo. Dal 1993 al 2001 è nel gruppo Telecom Italia. Nel 2002 è tra i fondatori di Omniainvest di cui diviene amministratore delegato. Nel 2003 è amministratore delegato IMMSI e in seguito della controllata Piaggio. In entrambe le società si dimette nel 2006. Nel 2007 entra in Tiscali come consigliere non esecutivo, nello stesso anno costituisce la società Data Holding 2007 srl.

Nell'agosto 2008 è stato scelto da Banca Intesa per guidare la newco per il rilancio di Alitalia, dopo i risanamenti compiuti in IMMSI e Piaggio.


Ricordo l'approccio di Fiaschetti al Campobasso Calcio di qualche anno fa, roba di altissimo livello, solo così si potrebbe fare il salto di qualità e non rimpiangere la gestione Capone che pur con tutte le sue follie ha comunque portato ad un periodo lunghissimo di 7 anni senza fallimenti e senza dover ricominciare tutto da capo.
Altre alternative non me ne vengono in mente, se deve venire un avventuriero senza soldi, allora i contestatori di Capone dovranno pentirsi amaramente di aver fatto scappare uno che alla fine i soldi, non si sa dove cavolo li prendeva, ce li ha sempre messi. ed il calcio, è risaputo, si fa con un sacco di soldi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Feb 12, 2013 6:48 pm

Comunicato stampa 12/02/2013
La società Nuovo Campobasso Calcio s.r.l. nella persona di Gaudiano Capone, comunica che quanto appreso in questi ultimi giorni, da alcuni organi di stampa, circa il debito della società Campobasso Calcio srl di euro 1.500.000,00 è infondato nella maniera più assoluta.
Si precisa che il debito a carico della società è ben al di sotto di tale importo divulgato dalla stampa ed è a conoscenza del Sindaco Di Bartolomeo, il quale nei giorni scorsi ha ricevuto dati contabili per iscritto in maniera riservata da parte del nostro revisore contabile Dott. Nicola Ianiro, precisando altresì che la situazione debitoria è rateizzata, quindi con l’assenza di stress finanziario da parte di eventuali acquirenti.
Con la presente inoltre si conferma la volontà di voler cedere la società in maniera totalitaria, ed a questo si sta già lavorando da 15 giorni a questa parte cercando di cedere il Campobasso Calcio ad imprenditori Molisani, il tutto comunicato per le vie telefoniche al Sindaco di Bartolomeo.
Nelle prossime ore si spera di avere un incontro con qualche imprenditore Molisano per poter eventualmente addivinire ad un accordo.
Il presente comunicato è stato necessario a causa di cattiva informazione, sicuramente non voluta, che si è diffusa negli ultimi giorni.
Firmato
Gaudiano Capone
Vice Presidente e Procuratore
Campobasso Calcio s.r.l.

Tratto dal sito ufficiale della società:
http://www.nuovocampobassocalcio.eu/

Gli organi di stampa parlano di un imprenditore molisano interessato all'acquisto, a dire il vero il comunicato stampa resta più generico: "Nelle prossime ore si spera di avere un incontro con qualche imprenditore Molisano per poter eventualmente addivinire ad un accordo", parla di qualche imprenditore molisano, rimanendo sul generico, insomma bisogna andarci cauti, si tenga presente ad esempio che siamo in campagna elettorale, potrebbe essere la solita bomba lanciata ad arte per attirare voti, non si dimentichi Che tra i tanti candidati c'è anche Berardo.
Se davvero si addivenisse ad un cambio di proprietà, non sarebbe male, almeno si potrebbe cercare di ritrovare l'unità tra i tifosi, nel molise non c'è un euro, non so chi potrebbe essere questo imprenditore, non si dimentichi che portare avanti un campionato di Lega Pro è costosissimo, oltre a tutte le spettanze a giocatori, tecnici e dirigenti, occorre fare l'iscrizione ogni anno con deposito di fideiussione, e poi, le trasferte, mettiti a pagare l'albergo ed il ristorante a 25 persone, in particolar modo quando si fanno trasferte lontanissime, vedi quelle toscane. Non ultima in ordine di tempo la salvezza, colui che acquista tira fuori dei soldi senza avere certezza della salvezza?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
lupacchiotto81
SuperTifoso
SuperTifoso


Messaggi : 63
Data d'iscrizione : 08.11.12

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Dic 19, 2012 5:37 pm

cuore rossoblù ha scritto:
Capone ha pagato nei termini le mensilità previste per la scadenza del 15 Dicembre a giocatori e staff tecnico vecchio e nuovo, oltre a tutti i contributi, alla faccia di quelli che continuano a criticarlo.
Oltre ad iscrivere la squadra al campionato, a rispettare le scadende dei pagamenti, a cambiare tutto lo staff tecnico per salvarci dalla retrocessione, ad acquistare altri giocatori per lo stesso motivo, a rifare il manto erboso a sue spese, a spalare la neve con le sue mani, cosa altro deve fare per "MERITARSI" la stima di quattro imbecilli di Campobasso presuntuosi e fessi?

parole sante! però la sai, sto maturando la convinzione che quei 4 imbecilli di cui tanto parliamo credo che usino o abbiano usato la scusa Capone perchè in realtà si sono stancati di stare dietro ai nostri amati colori e preferiscano starsene sul divano a guardare il napoli o la roma o la squadrettA di turno.
cmq che almeno lo dicano e la smettano di rompere a chi ancora come noi ci crede!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Dic 19, 2012 3:26 pm

Capone ha pagato nei termini le mensilità previste per la scadenza del 15 Dicembre a giocatori e staff tecnico vecchio e nuovo, oltre a tutti i contributi, alla faccia di quelli che continuano a criticarlo.
Oltre ad iscrivere la squadra al campionato, a rispettare le scadende dei pagamenti, a cambiare tutto lo staff tecnico per salvarci dalla retrocessione, ad acquistare altri giocatori per lo stesso motivo, a rifare il manto erboso a sue spese, a spalare la neve con le sue mani, cosa altro deve fare per "MERITARSI" la stima di quattro imbecilli di Campobasso presuntuosi e fessi?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Campobasso e basta!!!
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 860
Data d'iscrizione : 13.02.09
Località : Campobasso

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Dic 12, 2012 10:03 pm

però due innesti simili mica sono poca cosa? E poi Pascucci nemmeno era presente con Imbimbo, ed Esposito che è un noto giocatore con caratteristiche più offensive spostato più avanti sta rendendo come deve. Poi Di libero con avanti un giocatore come Di Vicino chedo giochi più tranquillo. Diciamoci la verità nel primo scorcio di campionato avevamo anche un altro portiere, Esposito giocava terzino e non laterale di centrocampo, non avevamo Di Vicino e Morante non stava in forma....pochi under e poi Imbimbo con quella parlata depressiva a sti ragazzi gli faceva uscire il latte.
Vullo ha un piglio completamente diverso, come pure Ciccone.
Poi altra cosa D'Allocco è meglio che non gioca, visto che nel suo ruolo abbiamo un Esposito in forma, e con un Di Vicino in più e un Rais in grande forma sarà certamente un buon rincalzo ma il posto sulla sinistra non è più suo, regola degli under compresa!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Dic 12, 2012 9:55 pm

Qualche settimana fa tutti dicevano che la nostra squadra non era tecnicamente all'altezza della lega pro, tutti i giocatori, o quasi tutti erano brocchi, gli acquisti di Multineddu erano tutti sbagliati, eppure la squadra che sta risalendo la china, fatta eccezione per Di Vicino e Lacheheb appena arrivato ed a mezzo servizio, è la stessa, quando dicevo che il problema era psicologico, soprattutto per gli under, tutti mi prendevano per pazzo, domenica gli under sono stati bravissimi, anche quel Di Libero giudicato non consono da quasi tutti.
L'unica verità secondo me è quella che il buon Imbimbo, valdio sul piano tecnico tattico, non riusciva a trascinare ed a tener tranquilli i giocatori, se giochi con il morale sotto i tacchi, non vai da nessuna parte, Vullo invece è riuscito a trasportare nei giocatori quella grinta e quella forza di volontà che il suo predecessore non riusciva a trasportare, tutta qui la differenza.
Alla fine bisognerà anche rivalutare un tantino il lavoro di Multineddu, altra brava persona, non tutti gli elementi portati a Campobasso dal mister romano/sardo erano dei brocchi: Boi, Di Libero, Konate, D'Allocco, Rais, ecc. non sono poi così schiappe.
Imbimbo e Multineddu sono due brave persone e forse anche per questo a Campobasso quest'anno hanno fallito, nel mondo dei calcio devi essere un gran figlio di buona mamma (nel senso buono del termine), e forse i due non lo sono a sufficienza.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Dic 03, 2012 3:16 pm

Ragazzi andiamoci cauti, la notizia sarebbe fantastica, ma a me risulta che Falcione non sia ancora del tutto convinto a fare il passo, il motivo è sempre lo stesso, le condizioni economiche delle aziende di Falcione non sono idilliache, Capone sarebbe disposto anche a dargli la maggioranza delle quote societarie con conseguente potere decisionale in mano all'imprenditore molisano, ma... ma ... il problema è sempre lo stesso, i soldi, quelli non ce li ha più nessuno e quindi Falcione continua ad essere titubante, al momento attuale comunque sembra che qualcosa si farà, male che vada Falcione darà un contributo in termini di sponsor restando comunque insieme a Di Meo al fianco di Capone nella gestione della stagione, cosa che già si sta verificando, rimandando altri discorsi più complessi a fine campionato.

L'importante è conquistare la salvezza senza passare per i Play Out (che portano quasi sicuramente alla retrocessione), è troppo importante salvare la categoria, l'anno prossimo ci sarà l'ultimo campionato di C2 per poi passare alla serie C unica, Capone ha detto che non può rinunciare ai contibuti per gli under anche perchè l'anno prossimo bisogna fare una squadra competitiva per vincere il campionato, per farlo ci vogliono i soldi, solo così, anche se il campionato non lo si vince, potremo accedere alla serie C unica, le retrocessioni saranno tantissime e quindi non si può partire con una squadra scarsa, la posta in palio è altissima, quella di giocare nella terza serie nazionale, direttamente al di sotto della serie B nazionale.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
dom
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 138
Data d'iscrizione : 05.02.08

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Dic 03, 2012 12:14 pm

frank78 ha scritto:
Nell’intervallo Capone, dopo aver strigliato la squadra e lo staff tecnico per un atteggiamento definito ‘‘‘‘eccessivamente difensivista’, annuncia l’ingresso in società di Edoardo Falcione, notizia attesa da tempo dall’ambiente rossoblù che nutre una stima incondizionata per l’imprenditore originario di Pescopennataro.

Buona notizia !!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
frank78
Super Ultras
Super Ultras


Messaggi : 199
Data d'iscrizione : 12.07.08
Età : 38
Località : Roma

MessaggioOggetto: FALCIONE E' ENTRATO IN SOCIETA'   Lun Dic 03, 2012 3:58 am

Nell’intervallo Capone, dopo aver strigliato la squadra e lo staff tecnico per un atteggiamento definito ‘‘‘‘eccessivamente difensivista’, annuncia l’ingresso in società di Edoardo Falcione, notizia attesa da tempo dall’ambiente rossoblù che nutre una stima incondizionata per l’imprenditore originario di Pescopennataro.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
tecnico-tattico
tifoso
tifoso


Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 05.09.12

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Nov 27, 2012 2:34 am

cuore rossoblù ha scritto:
Non so se qualcuno ha visto la telecronaca di Campobasso - Foligno su Molise TV, Pompilio Mandato ha detto che Michele Ciccone poteva anche non essere preso contrattualizzando solo Vullo, tanto è uno a cui i giocatori nessun li dà, visto il soggetto in questione (parole sue testuali, non mie). Ma cos'è sta storia, possibile che c'è sempre qualcuno che deve pescare nel torbido, qualcuno sa nulla su questa storia? Immagino sarà una bufala, visto e considerato che i due acquisti fatti finora da Ciccone ( Di Vicino e Lacheneb) non sono affatto acquisti di basso livello, anzi.
l'opinione di quello conta meno di zero. Forse un trombato di Ciccone, visto che era un tecnico di squadre giovanili. C'è chi fa le chiacchiere e chi fa i fatti.
E alla gente interessano solo quelli.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Nov 26, 2012 8:52 pm

Non so se qualcuno ha visto la telecronaca di Campobasso - Foligno su Molise TV, Pompilio Mandato ha detto che Michele Ciccone poteva anche non essere preso contrattualizzando solo Vullo, tanto è uno a cui i giocatori nessun li dà, visto il soggetto in questione (parole sue testuali, non mie). Ma cos'è sta storia, possibile che c'è sempre qualcuno che deve pescare nel torbido, qualcuno sa nulla su questa storia? Immagino sarà una bufala, visto e considerato che i due acquisti fatti finora da Ciccone ( Di Vicino e Lacheneb) non sono affatto acquisti di basso livello, anzi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
nunzia 65
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS


Messaggi : 641
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Nov 21, 2012 3:24 pm

cuore rossoblù ha scritto:
Nunzia, hai ragione, la cosa che mi ha sconcertato di più è stato il consiglio dato a Falcione da questo galantuomo a non accettare l'invito di Capone, insomma per la serie: non dategli aiuti così muore prima e torniamo ad impossessarci del Campobasso Calcio, neanche fare calcio a Campobasso fosse una prerogativa di Capone, e la sua presenza rendesse impossibile ad altri farlo ugualmente. Si dirà che Capone non vuol vendere e quando qualcuno gli si avvicina e gli fa una proposta di acquisto (mah forse qualche marziano) lui spara cifre folli e chiude a qualsiasi trattativa. Se così fosse, lo dirò fino alla morte, chi dice di voler fare calcio ma che non può trattare con Capone perchè chiede troppo, poteva prendere GRATIS il Trivento e iniziare a fare la serie D puntando alla promozione in serie C, fregandosene di Capone, ma anzi dimostrandogli che i tifosi avrebbero seguito lui invece del buon Ferruccio, Perchè tutto ciò non è stato fatto?. Semplice, perchè a Campobasso non c'è uno straccio di persona con qualche soldi disposta a buttare via il denaro per il calcio con il rischio, nel caso in cui le cose andassero male, di ricevere anche una buona dose di insulti dai Campobassani. Il campobassano conosce i suoi concittadini e quando essi siano ignobili, Capone non li conosceva ed ha sbagliato a buttarsi in questa avventura.

Ma quello è il punto.
Loro dicono come dici tu TORNIAMO AD IMPOSSESSARCI DEL CAMPOBASSO CALCIO.
MA CHI E IN CHE SENSO?
CIOE' IN SENSO FIGURATO?
CIOE' IL SIGNOR AUFIERO SI PRENDE STA SOCIETA' IN ECCELLENZA ED HA LE BASI ECONOMICHE PER AVVIARE UN PROGRAMMA,FARE UN SETTORE GIOVANILE SERIO COME DICONO LORO E CON UN PROGRAMMA QUINQUENNALE CHE CI POSSA POI RIPORTARE IN ALTO E IN SERIE C?
Altrimenti di cosa parliamo e di cosa parlano?
Cioè va via Capone e tutti contenti ma SI E' POI PRONTI PER RIPARTIRE CON UN PROGETTO SERIO,SI E' PRONTI CON UN AZIONARIATO POPOLARE?
O SI PARLA SOLO PER PARLARE?
Peccato che non c'è la riprova ma volevo vedere un Pulitano che si prendeva il campobasso di capone e faceva i campionati che sta facendo adesso in eccellenza quanta gente andava allo stadio.
POI IMPORTANTE E' IL TUO DISCORSO SU BERARDO RIGUARDANTE IL FATTO CHE PRIMA ERA DIVERSO E CIOE' CHE POTEVI PURE FARE DEBITI E NON PAGARE ALLE SCADENZE MA ADESSO DOPO DUE MESI SE NON PAGHI PRENDI COME DICI TU DEFERIMENTI E MULTE,PUNTI DI PENALITA' E IL SIGNOR BERARDO CHE CERTO CI HA FATTO DIVERTIRE ED HA PORTATO MOLTA GENTE ALLO STADIO MA SI RICORDA PERO' L'ANNO DI C2 QUANDO SIAMO RETROCESSI QUANTA GENTE C'ERA ALLO STADIO SOPRATTUTTO NELLE ULTIME GIORNATE?
Guarda dicevano che le cifre che voleva capone erano alte.
Ok ci mancherebbe ma all'inizio.
PERCHE' IO SO ANCHE PARLANDO CON DETERMINATE PERSONE PRIMA DELL'ISCRIZIONE QUESTA ESTATE CHE APPUNTO QUESTO VALEVA ALL'INIZIO E IL SIGNOR COLARUSSO DISSE INFATTI CHE LE RICHIESTE DELLA SOCIETA' SI ERANO ABBASSATE ED ERANO CONGRUE E LORO HANNO CONTATTATO PERSONE CON I SOLDI DI CAMPOBASSO PER FARGLI PRENDERE STA SOCIETA' MA TUTTI HANNO DETTO NO!
I SIGNORI INTERESSATI CHE AVEVANO DICHIARATO DI VOLER FARE CALCIO AL POSTO DI CAPONE E SE NE E' AVUTA LA RIPROVA QUESTA ESTATE IN REALTA' VOLEVANO LA SOCIETA' GRATIS PER POI SPECULARCI PURE.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Nov 21, 2012 2:14 pm

campobasso x sempre ha scritto:
cuore rossoblù ha scritto:
Nunzia, hai ragione, la cosa che mi ha sconcertato di più è stato il consiglio dato a Falcione da questo galantuomo a non accettare l'invito di Capone, insomma per la serie: non dategli aiuti così muore prima e torniamo ad impossessarci del Campobasso Calcio, neanche fare calcio a Campobasso fosse una prerogativa di Capone, e la sua presenza rendesse impossibile ad altri farlo ugualmente. Si dirà che Capone non vuol vendere e quando qualcuno gli si avvicina e gli fa una proposta di acquisto (mah forse qualche marziano) lui spara cifre folli e chiude a qualsiasi trattativa. Se così fosse, lo dirò fino alla morte, chi dice di voler fare calcio ma che non può trattare con Capone perchè chiede troppo, poteva prendere GRATIS il Trivento e iniziare a fare la serie D puntando alla promozione in serie C, fregandosene di Capone, ma anzi dimostrandogli che i tifosi avrebbero seguito lui invece del buon Ferruccio, Perchè tutto ciò non è stato fatto?. Semplice, perchè a Campobasso non c'è uno straccio di persona con qualche soldi disposta a buttare via il denaro per il calcio con il rischio, nel caso in cui le cose andassero male, di ricevere anche una buona dose di insulti dai Campobassani. Il campobassano conosce i suoi concittadini e quando essi siano ignobili, Capone non li conosceva ed ha sbagliato a buttarsi in questa avventura.
Non posso che essere d'accordo con te cuore ed anche con nunzia.perché non si può iniziare un nuovo progetto come poteva essere il titolo del trivento o il 1919 già da quest'anno anche se c'è il cb di capone?la risposta è semplice: nessuno a campobasso è interessato a fare calcio.ma la cosa più squallida è che quando parlano determinati personaggi in televisione il giornalaio di turno non è in grado di controbattere e neanche sulla carta stampata vengono messe in risalto tali considerazioni. La tr smismissione che dice nunzia l'ho vista anche io ed ho sentito anche le considerazioni di berardo alcune
Giuste, ma altre senza fondamento.quando afferma che lui comprava i migliori calciatori e portava 12 13 mila persone allo stadio dimentica che il calo degli spettatori c'è stato in tutte le società e anche se capone facesse na squadra di vertice massimo potrebbe prtare 3999 spettatori, quindi non avrebbe il rientro economico che ha avuto lui. Inoltre ai tempi di berardo non vi era la tessera del tifoso le trasferte potevano essere seguite e tante altre cose dal punto di vista fiscale e contabile erano diverse.possibile che nessun giornalaio riesce a fare queste considerazioni???

Mi si riempie il cuore a leggere che su questi argomenti mi stai dando ragione, qui agli occhi di tanti tifosi frequentatori del web, sembra che io sia l'amico fraterno di Capone, o chissà chi altro, io sono un tifoso che, dopo la mia famiglia, ama alla follia il Campobasso, chiunque sia il presidente, io amo i colori rossoblù, quando qualcuno me li tocca divento una bestia, tu non hai idea di come sto male la domenica sera quando perdiamo, tutto qui, sono convinto che in questi anni si è remato contro un personaggio come Capone sbagliando di brutto, capisco che ex rossoblù dei tempi della serie B, o gente come il giornalaio, ce l'hanno con Capone perchè non li considera e non agisce chiedendo prima a loro come la pensano, ma il personaggio Capone è così, prendere o lasciare, e non cambierà mai, ma poi, visto che i soldi ce li mette lui, non vedo perchè dovrebbe prima chiedere il consenso a Parpiglia, Progna, a DILALLO, o alcuni personaggi come Barometro, o ancora ex collaboratori (Aufiero) con il dente avvelenato perchè silurati da Capone e che ovviamente sparano a zero.
Qeusta piazza non ha capito un cazzo, non ha capito che se vuole fare calcio deve ingoiare il rospo ed accettare che un soggetto per dir poco "strano" come Capone, va portato su un vassoio di cristallo, questo non perchè dobbiamo fare i lecchini ma perchè non abbiamo altro, anzi dobbiamo baciare in terra se abbiamo Capone, ma che cazzo, quello che è successo quest'estate sia con il Campobasso di Capone del quale nessuno se ne è fregato nonostante la dichiarazione di Capone a non voler andare avanti, e sia con il Trivento, non è bastato? Ancora ci facciamo i film sulla possibilità di ripartire dopo Capone? Se ripartire significa giocare in eccellenza e perdere contro il "FORNELLI", beh io non ci sto, preferisco perdere con il Borgo a Buggiano o con la Salernitana, ognuno si sceglie le sconfitte che più gli aggradano.
Il sig. Berardo, quando dice che lui prendeva i migliori giocatori sulla piazza, dimentica di dire che lo faceva con i soldi altrui, Tavaniello, Aliberti, Patriciello, Molinaro ecc., così è tutto facile, anch'io mi posso mettere a fare il presidente, compro i migliori giocatori sulla piazza, qualcun altro paga e faccio venire la gente allo stadio, quei 3.000 spettatori, di questi tempi non di più.
Dimentica di dire che tutti i traffici e tutti gli impicci che si potevano fare prima, anche non pagare gli stipendi, oggi non si possono più fare perchè oggi se hai mal di pancia e fai un pirito, subito scatta il deferimento, punti di penalizzazione, multe, denunce ecc. ecc.
Ma che cazzo ne sanno di come è diventato assurdo e difficile fare calcio, questa gente dovrebbe solo mettersi la lingua in quel posto tacere una volte per sempre, mostrando un pò di riconoscenza per un pazzo, perchè di pazzo bisogna parlare, come Capone, che ancora caccia soldi per il gioco del calcio di cui a Campobasso non gliene frega più niente a nessuno.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
campobasso x sempre
tifoso
tifoso


Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 28.02.11

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Nov 21, 2012 12:00 pm

cuore rossoblù ha scritto:
Nunzia, hai ragione, la cosa che mi ha sconcertato di più è stato il consiglio dato a Falcione da questo galantuomo a non accettare l'invito di Capone, insomma per la serie: non dategli aiuti così muore prima e torniamo ad impossessarci del Campobasso Calcio, neanche fare calcio a Campobasso fosse una prerogativa di Capone, e la sua presenza rendesse impossibile ad altri farlo ugualmente. Si dirà che Capone non vuol vendere e quando qualcuno gli si avvicina e gli fa una proposta di acquisto (mah forse qualche marziano) lui spara cifre folli e chiude a qualsiasi trattativa. Se così fosse, lo dirò fino alla morte, chi dice di voler fare calcio ma che non può trattare con Capone perchè chiede troppo, poteva prendere GRATIS il Trivento e iniziare a fare la serie D puntando alla promozione in serie C, fregandosene di Capone, ma anzi dimostrandogli che i tifosi avrebbero seguito lui invece del buon Ferruccio, Perchè tutto ciò non è stato fatto?. Semplice, perchè a Campobasso non c'è uno straccio di persona con qualche soldi disposta a buttare via il denaro per il calcio con il rischio, nel caso in cui le cose andassero male, di ricevere anche una buona dose di insulti dai Campobassani. Il campobassano conosce i suoi concittadini e quando essi siano ignobili, Capone non li conosceva ed ha sbagliato a buttarsi in questa avventura.
Non posso che essere d'accordo con te cuore ed anche con nunzia.perché non si può iniziare un nuovo progetto come poteva essere il titolo del trivento o il 1919 già da quest'anno anche se c'è il cb di capone?la risposta è semplice: nessuno a campobasso è interessato a fare calcio.ma la cosa più squallida è che quando parlano determinati personaggi in televisione il giornalaio di turno non è in grado di controbattere e neanche sulla carta stampata vengono messe in risalto tali considerazioni. La tr smismissione che dice nunzia l'ho vista anche io ed ho sentito anche le considerazioni di berardo alcune
Giuste, ma altre senza fondamento.quando afferma che lui comprava i migliori calciatori e portava 12 13 mila persone allo stadio dimentica che il calo degli spettatori c'è stato in tutte le società e anche se capone facesse na squadra di vertice massimo potrebbe prtare 3999 spettatori, quindi non avrebbe il rientro economico che ha avuto lui. Inoltre ai tempi di berardo non vi era la tessera del tifoso le trasferte potevano essere seguite e tante altre cose dal punto di vista fiscale e contabile erano diverse.possibile che nessun giornalaio riesce a fare queste considerazioni???
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Nov 21, 2012 3:34 am

Nunzia, hai ragione, la cosa che mi ha sconcertato di più è stato il consiglio dato a Falcione da questo galantuomo a non accettare l'invito di Capone, insomma per la serie: non dategli aiuti così muore prima e torniamo ad impossessarci del Campobasso Calcio, neanche fare calcio a Campobasso fosse una prerogativa di Capone, e la sua presenza rendesse impossibile ad altri farlo ugualmente. Si dirà che Capone non vuol vendere e quando qualcuno gli si avvicina e gli fa una proposta di acquisto (mah forse qualche marziano) lui spara cifre folli e chiude a qualsiasi trattativa. Se così fosse, lo dirò fino alla morte, chi dice di voler fare calcio ma che non può trattare con Capone perchè chiede troppo, poteva prendere GRATIS il Trivento e iniziare a fare la serie D puntando alla promozione in serie C, fregandosene di Capone, ma anzi dimostrandogli che i tifosi avrebbero seguito lui invece del buon Ferruccio, Perchè tutto ciò non è stato fatto?. Semplice, perchè a Campobasso non c'è uno straccio di persona con qualche soldi disposta a buttare via il denaro per il calcio con il rischio, nel caso in cui le cose andassero male, di ricevere anche una buona dose di insulti dai Campobassani. Il campobassano conosce i suoi concittadini e quando essi siano ignobili, Capone non li conosceva ed ha sbagliato a buttarsi in questa avventura.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
nunzia 65
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS


Messaggi : 641
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Nov 21, 2012 1:37 am

Bah,oggi ho visto un pò la trasmissione di giovedì su teleregione.
Allora il signor Aufiero dice come tutti gli ultras che bisogna ripartire soltanto da capo.
Ma non dice con chi?
CON CHI SIGNOR AUFIERO?
E SOPRATTUTTO QUESTO CHI HA IL PROGETTO,PUO' FARCI VEDERE CAMPIONATI DI SERE C2 DECENTI?
Cioè che discorso è che siccome allo stadio non va nessuno,che capone anche se si facesse la c unica non avrebbe le basi per farla, cosa giustissima per carità, ma che mi significa bisogna ripartire?
Cioè se questo eventuale chi potrebbe farci vedere solo campionati mediocri,senza progetto come successe in passato che senso ha?
Come si fa a dire basta che se ne vanno e poi si vede se uscirà qualcuno.
E no signor Aufiero non mi sta bene,io ricordo anni e anni senza calcio e dopo tanti anni guarda un pò per fare calcio si è dovuto affidare la cosa a Capone che era l'unico fesso che potesse risanare i debiti fatto da persone locali e non si è riuscito a evitare di darla a questo capone con un gruppo di persone locali.
O bisognava affidare la società a russi o non so che.
Cioè ma perchè qualcuno non può comprarsi o poteva comprarsi la società in c2 invece di ripartire e farci tornare a giocare nei campetti di paese?
Questa estate c'è stata la possibilità di mettersi in gioco e far vedere come si fa il calcio invece di saper solo parlare.
Ed io quello che spero è proprio che sto signore allarghi sta benedetta società che è l'unica cosa per poter fare certi tipi di campionati da piazza campobasso in c2 ma considerato che persone locali non ci sono che possano aiutare ma vanno altrove,questo signore deve cercare solo persone di fuori interessate ma capisco che è difficile.
Certo bisogna salvarsi e ormai non è una cosa semplice.
Io non so se in d questo continua.
Cioè questo Aufiero poi dice in tv che consiglia a Falcione di non mettersi con questa gente.
Cioè ci vuole vedere morti.
Ma perchè dico io non si possono fare documenti scritti e firmati e si dividono le quote in modo che ognuno possa poi avere voci in capitolo sulle questioni?
Va beh che Falcione non paga gli operai da mesi nel settore edilizio anche se c'è sempre il discorso gas.
Ma invogliare l'abbandono totale visto che ormai già c'è un abbandono totale vuol dire voler vedere il campobasso che dovrebbe essere la propria squadra morta e sepolta.


Ultima modifica di nunzia 65 il Mer Nov 21, 2012 9:04 pm, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
nunzia 65
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS


Messaggi : 641
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Dom Nov 11, 2012 12:19 am

Ecco il signor capone ha ufficialmente chiesto tramite teleregione l'ingresso in società di falcione.
Quindi ha chiesto ad un molisano e questa è una prova che va a cozzare con chi dice che odia le persone locali e tutte ste chiacchiere che facevano e fanno.
Ed adesso,falcione anche se è in crisi che cosa fa?
E le televisioni che fanno?
E' l'occasione giusta tra virgolette.
Perchè non vanno da Falcione a chiedergli cosa pensa?
E' l'occasione per dividersi quote societarie anche tramite documenti scritti ufficiali e firmati.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
nunzia 65
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS


Messaggi : 641
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Nov 09, 2012 12:28 am

cuore rossoblù ha scritto:
Ma infatti, cara Nunzia, nel dopo partita di domenica, mi veniva da sorridere, nonostante la tristezza per la sconfitta, c'era gente inbufalita che diceva frasi del tipo (tradotte in italiano dal nostro dialetto): Hai visto? Te l'avevo detto, è uno schifo, Capone se ne deve andare, è riuscito a farci finire all'ultimo posto, questo è proprio un coglione, hai visto che squadra di merda è riuscito a fare? Insomma c'era gente quasi contenta per poter dire che aveva avuto ragione a dire che il Campobasso fa schifo, ti rendi conto?, erano contenti, poi la sceneggiata dell'applauso ai giocatori della Vigor Lamezia!!!!!.
Vogliono fare una colpa a Capone anche del fatto di non avere abbastanza soldi per farli divertire la domenica, nonostante quelli che ha li stia titrando fuori, assurdo, quando poi qualcuno se ne esce con il fatto che Capone non ha voluto vendere ai possibili acquirenti perchè chiedeva troppo, io gli dico che non era necessario comprare da Capone, bastava prendere gratuitamente il titolo del Trivento e fare la serie D, a quel punto non fiatano più e si mettono la lingua in .... non voglio fare il volgare perchè sei una gentile signora.
La contestazione a Capone non regge proprio per questo motivo, questo è quello che può dare Capone ad una piazza che non merita nemmeno questo, chi non gradisce si stia a casa, alternative non ce ne sono perchè se ci fossero state, si andavano a prendere gratuitamente su un piatto di cristallo il titolo del Trivento, ricordo a costoro che invece Capone il titolo del Campobasso lo ha pagato.

Lasciando perdere i soliti messaggi molto gentili dai soliti noti che poi sta storia che siamo Capone,Favi,parenti,ecc...... è proprio da livello di bambini delle elementari dobbiamo dire però che gli sfoghi di domenica a caldo dopo la partita e le critiche ci stanno anche se molte cose di questa città non le capirò mai.
Purtroppo se si cambia vuol dire che si è sbagliato nelle scelte e il campo ha detto la sua e quindi sono stati commessi degli errori peraltro riconosciuto dagli stessi;si è rischiato anche per risparmiare sulle scelte di direttore sportivo e allenatore ma purtroppo è andata male e quindi ciò comporta critiche come avviene in ogni dove.
Però poi da apprezzare conoscendo il carattere è stata la reazione del signor Capone che con tanta umiltà ha chiesto scusa a tutti diventando piccolo piccolo.
E' certo per me però come già detto che in questa città non ci si riesce a calare nella realtà che questo presidente può offrire da solo e quindi campionati da salvezza per motivi economici e si pensa che il calcio si faccia a chiacchiere.
Sperando che riesca ad allargare gli orizzonti societari o che faccia una vincita milionaria per vedere altri tipi di campionati.
Per quanto riguarda gli applausi ai giocatori della vigor lamezia per sbeffeggiare i nostri anche a me non è piaciuto molto e di certo non ho partecipato,gli avversari sono sempre avversari poi.
Sul discorso acquirenti penso che i fatti di questa estate abbiano detto tutto;si era data la possibilità di gestire la società ma nessuno ha fatto nulla ed ha sbattuto al muro chi di dovere e stai sicuro che i soldi che aveva detto di voler cacciare per acquistare la società in realtà non li avrebbe cacciati, a chiacchiere si certo.
Si è capito che persone contattate dal sindaco anche con i soldi hanno detto un secco no.
Quindi torniamo a dire le stesse cose e paradossalmente questo signore nonostante abbia avuto anche delle uscite non positive ma che ha ricevuto anche un trattamento particolare ha continuato e continua a reggere la baracca e non è comunque cosa da tutti.
Io già avrei lasciato al terzo-quarto anno.


Ultima modifica di nunzia 65 il Mer Nov 21, 2012 9:10 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Zenigata
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : Campuash fuori sede

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Nov 06, 2012 9:54 pm

o tu sei capone o sei fuori di senno! fatti vedere da uno bravo, è un consiglio!!! pig
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Nov 06, 2012 9:33 pm

Ma infatti, cara Nunzia, nel dopo partita di domenica, mi veniva da sorridere, nonostante la tristezza per la sconfitta, c'era gente inbufalita che diceva frasi del tipo (tradotte in italiano dal nostro dialetto): Hai visto? Te l'avevo detto, è uno schifo, Capone se ne deve andare, è riuscito a farci finire all'ultimo posto, questo è proprio un coglione, hai visto che squadra di merda è riuscito a fare? Insomma c'era gente quasi contenta per poter dire che aveva avuto ragione a dire che il Campobasso fa schifo, ti rendi conto?, erano contenti, poi la sceneggiata dell'applauso ai giocatori della Vigor Lamezia!!!!!.
Vogliono fare una colpa a Capone anche del fatto di non avere abbastanza soldi per farli divertire la domenica, nonostante quelli che ha li stia titrando fuori, assurdo, quando poi qualcuno se ne esce con il fatto che Capone non ha voluto vendere ai possibili acquirenti perchè chiedeva troppo, io gli dico che non era necessario comprare da Capone, bastava prendere gratuitamente il titolo del Trivento e fare la serie D, a quel punto non fiatano più e si mettono la lingua in .... non voglio fare il volgare perchè sei una gentile signora.
La contestazione a Capone non regge proprio per questo motivo, questo è quello che può dare Capone ad una piazza che non merita nemmeno questo, chi non gradisce si stia a casa, alternative non ce ne sono perchè se ci fossero state, si andavano a prendere gratuitamente su un piatto di cristallo il titolo del Trivento, ricordo a costoro che invece Capone il titolo del Campobasso lo ha pagato.


Ultima modifica di cuore rossoblù il Mar Nov 06, 2012 10:00 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
nunzia 65
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS


Messaggi : 641
Data d'iscrizione : 16.09.10

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Nov 06, 2012 3:17 pm

cuore rossoblù ha scritto:
Sentite questa!!!!
Leggete la pagina dello sport della Gazzetta del Molise di oggi, se fosse vero quello che scrivono ci sarebbe in atto una vera e propria rivoluzione, anche a livello societario e di proprietà, speriamo solo di non passare dalla padella alla brace, sinceramente quando leggo di gente proveniente dalla Campania, ho sempre qualche dubbio, non me ne vogliano gli amici della Campania dove c'è tanta brava gente, ma il mio dobbio deriva dal fatto che in Campania per fare impresa, volendo o nolendo, devi per forza avere rapporti con certi loschi personaggi.
Incrociamo le dita e speriamo bene, che sia la volta buona, che ci sia sta benedetta svolta, magari anche per riavvicinare il pubblico alla squadra, certo è che se arrivano soldi freschi, ogni discorso cambia aspetto.
Hai voglia a criticare Capone e le sue scelte.
Quando non ci sono soldi tutto diventa difficile, se invece ci sono i soldi è tutto più facile, prendi il migliore direttore sportivo, il migliore allenatori, i migliori giocatori e vinci il campionato, Lecce e Salernitana in lega pro insegnano.

http://www.lagazzettadelmolise.it/2012/11/05/quotidiano-6-novembre-2012/

ECCO QUESTE TUE PAROLE SONO ALTRE CHE PESANO COME MACIGNI:
Quando non ci sono soldi tutto diventa difficile, se invece ci sono i soldi è tutto più facile, prendi il migliore direttore sportivo, il migliore allenatori, i migliori giocatori e vinci il campionato, Lecce e Salernitana in lega pro insegnano.
Ecco a me sembra come sempre che la gente si creda che il calcio si fa e soprattutto a certi livelli e per fare certi tipi di campionati a chiacchiere.


Ultima modifica di nunzia 65 il Mer Nov 07, 2012 2:34 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Nov 06, 2012 1:47 pm

Sentite questa!!!!
Leggete la pagina dello sport della Gazzetta del Molise di oggi, se fosse vero quello che scrivono ci sarebbe in atto una vera e propria rivoluzione, anche a livello societario e di proprietà, speriamo solo di non passare dalla padella alla brace, sinceramente quando leggo di gente proveniente dalla Campania, ho sempre qualche dubbio, non me ne vogliano gli amici della Campania dove c'è tanta brava gente, ma il mio dobbio deriva dal fatto che in Campania per fare impresa, volendo o nolendo, devi per forza avere rapporti con certi loschi personaggi.
Incrociamo le dita e speriamo bene, che sia la volta buona, che ci sia sta benedetta svolta, magari anche per riavvicinare il pubblico alla squadra, certo è che se arrivano soldi freschi, ogni discorso cambia aspetto.
Hai voglia a criticare Capone e le sue scelte.
Quando non ci sono soldi tutto diventa difficile, se invece ci sono i soldi è tutto più facile, prendi il migliore direttore sportivo, il migliore allenatori, i migliori giocatori e vinci il campionato, Lecce e Salernitana in lega pro insegnano.

http://www.lagazzettadelmolise.it/2012/11/05/quotidiano-6-novembre-2012/
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Ott 30, 2012 3:07 pm

ALTRE NEWS

INIZIATIVA TLP - I migliori fischietti di giornata
30.10.2012 13:00 di Luca Esposito articolo letto 20 volte


Consueto appuntamento della rubrica di TuttoLegaPro.com intitolata "Top 4" che si occupa di selezionare i migliori fischietti di Lega Pro. Di seguito gli arbitri più in “forma” della nona (Girone A) e ottava (Girone B) giornata di campionato.

1^ Divisione Girone A:

Diego Bruno sez. Torino – Terzo anno in Lega Pro (Alto Adige-Como 0-0): tanta sicurezza per il fischietto torinese, arbitra con autorità. PERFETTO

1^ Divisione Girone B:

Giuseppe Diego Cifelli sez. Campobasso – Terzo anno in Lega Pro (Pisa-Catanzaro 4-1): l'andamento del match agevola il suo compito, ma la sua direzione di gara è lucida. AUTORITARIO


2^ Divisione Girone A:

Marco Zappatore sez. Taranto - Terzo anno in Lega Pro (Pro Patria-Valle D'Aosta 3-2): tiene con forza in mano una gara difficile e molto accesa, portandola a termine senza errori. GIUSTO

2^ Divisione Girone B:

Pietro Dei Giudici sez. Latina -Terzo anno in Lega Pro (Arzanese-Pontedera 1-3): sempre attento, vicino all'azione, decreta un rigore agli ospiti, mostrando nella circostanza sicurezza. DECISO
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
werewolf
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS


Messaggi : 355
Data d'iscrizione : 23.08.11

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Ago 31, 2012 4:32 pm

http://www.tuttolegapro.com/?action=read&idnotizia=53100

spero che sia quella che già si prevedeva e che non influisca sul minutaggio.

a proposito ma ieri dello sponsor non se n'è parlato?!
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Sab Ago 25, 2012 12:54 pm

TRATTO DAL QUOTIDIANO DEL MOLISE DI IERI


Capitolo campo: c’è ancora
tanto da lavorare. Si farà in
tempo per mercoledì?


Qui aprirei una bella pagina.
Ci sono delle difficoltà legate a
chi deve fare e cosa. Questa mattina
avevo l’appuntamento con
l’idraulico alle otto e mezza (ieri
mattina, ndr), ma sono venuto e
non c’era. Mi hanno detto che è
arrivato adesso (ore 12.00, ndr).
Sono un po’ appuntamenti romani,
insomma: a Roma siamo fatti
così, diamo gli appuntamenti e
poi arriviamo sempre tardi. Ma
arrivare tardi per un campo di
calcio vuol dire pure fare brutte
figure. Infatti, ci stiamo allenando
attualmente su un terreno perfetto,
ma correremo il rischio di
fare brutte figure su quel campo.
Ci sta lavorando Montanaro,
però gli innaffiamenti non sono
perfetti, ci sono tante cose da risolvere



Un messaggio ai tifosi? Gli abbonamenti sono scarsini…

“Questa è una bellissima domanda.
Ai tifosi dico di darci un
po’ di fiducia perché stiamo lavorando
dalla mattina alle 6 fino
alla 2 di notte per cercare di migliorare
le condizioni ambientali,
logistiche e tecniche. Ci manca
il rapporto con i tifosi, io non
sono abituato a vedere soltanto
i giocatori che si allenano senza
una persona a seguire gli allenamenti.
Faccio un appello allo
zoccolo duro del tifo campobassano
affinché ci possano conoscere
da vicino. Noi abbiamo le
nostre idee, loro ovviamente
hanno le loro, che vorrei capire.

Per quanto riguarda le vecchie
ruggini, cerchiamo di sotterrare
l’ascia di guerra e iniziare a pensare
al futuro del Campobasso
come a un futuro importante.
Anche perché ci si può lavorare
tanto su questo: vorrei prendere
contatti con i vertici di Club Italia
per portare una nazionale per
far girare il nome di Campobasso.
Ma per questo abbiamo bisogno
dei tifosi, come di tutte le
altre componenti”.


Insomma, il direttore Multineddu sarebbe lieto di poter dialogare con lo zoccolo duro del tifo per poter illustrare cosa bolle in pentola e sotterrare l'ascia di guerra, se non si risponde all'ennesimo messaggio di riappacificazione, poi non andate in giro a dire che con Capone non c'è dialogo, ognuno dovrà prendersi le proprie responsabilità.
Questo signor Montanaro che sta cercando di fare i miracoli facendo crescere erba da un campo privo di innaffiatura e con temperature di 40 gradi non è venuto a Campoobasso a fare il turista ed a visitare il Castello Monforte o la spiaggia di Termoli, qualcuno dovrà pagarlo, indovinate un pò chi lo paga? Sempre lui, quello che viene mandato a fan culo, il sig. Ferruccio Capone.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
werewolf
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS


Messaggi : 355
Data d'iscrizione : 23.08.11

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Ago 03, 2012 1:48 pm

speriamo bene,

io guardo solo i fatti, le chiacchiere e le buone intenzioni se le porta il vento come del resto per qualche nostro concittadino.

attualmente c'è l'iscrizione cosa non da poco vista la situazione economica
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Ago 02, 2012 8:38 pm

DA: "IL QUOTIDIANO DEL MOLISE" ODIERNO:

Ho stima per la famiglia Capone e simpatia per una piazza come Campobasso. Ci occupiamo di edilizia e strade” Il gruppo Bucci al fianco dei Lupi
Il titolare della Bmt, Manolo Bucci: “Darò una mano come sponsor sostenitore”
di Franco de Santis


CAMPOBASSO. I Lupi
hanno il loro sponsor. Si tratta
del Gruppo Bucci che fa
capo a Manolo Bucci, titolare
della BMT Appalti di
Valmontone. Ex assessore al
comune di Artena, è stato
anche presidente del Pergocrema
con allenatore Agenore
Maurizi. Un accordo che
affonda le sue giovani radici
in un incontro avuto circa
un mese e mezzo fa, quando
l’imprenditore ha conosciuto
la famiglia Capone.
L’abbiamo contattato telefonicamente.
Dottor Bucci, è vero che
farà da sponsor al Campobasso?
“Dunque, alcune settimane
fa, diciamo circa un mese
e mezzo, ho conosciuto la
famiglia Capone e ho subito
visto in loro la voglia e la
passione per continuare a
fare calcio in una certa maniera.
Sono persone serie,
che hanno fatto tanti sacrifici
in questi anni e continuano
a farli anche in un momento
di crisi come quello
attuale. Personalmente, ho
già esperienze nel mondo
del calcio e mi sono messo
a disposizione. Diciamo che
sono un simpatizzante della
famiglia Capone e ho molta
simpatia per una piazza importante
e una città come
Campobasso, che ha avuto
grandi trascorsi. Diciamo
che darò una mano come
sponsor sostenitore, ma non
ricopro cariche ufficiali in
società. Si tratta di una
sponsorizzazione medio-importante,
questo è l’impegno
preso”.
Di cosa si occupa il suo
gruppo imprenditoriale?
“Il Gruppo Bucci si occupa
di appalti pubblici e raggruppa
diverse aziende specializzate
nell’edilizia e nelle
strade”.
Com’è nata la conoscenza
con la famiglia Capone?
“Ci siamo conosciuti tramite
una terza persona. Entrambi
siamo nel mondo del
calcio, c’è sicuramente stima
reciproca. Parlando del
progetto, loro mi hanno
chiesto di intraprendere da
subito una collaborazione,
ma per il momento non me
la sento di stare in società.
Però assicuro questa sponsorizzazione.
Questo è il primo
step per gruppo Bucci,
nel futuro si vedrà. Certamente
verrò allo stadio ad
assistere a qualche partita”.
Il presidente Capone ha
parlato di programmi ambiziosi,
tra i quali una cittadella
dello
sport: cosa ci
può dire a riguardo?
“Potrebbe nascere
qualcosa
di importante,
ma io tengo i
piedi per terra,
voliamo basso.
Il nostro scopo,
ripeto, è quello
di dare una
mano a Capone
e di portare
avanti questa
simpatia verso la
piazza”.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
frank78
Super Ultras
Super Ultras


Messaggi : 199
Data d'iscrizione : 12.07.08
Età : 38
Località : Roma

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Dom Lug 29, 2012 7:06 pm

A quanto pare nella nostra società iniziano ad esserci movimenti interessanti...
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO


Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Lug 27, 2012 8:19 pm

Dal Quotidiano del Molise odierno:

La società smentisce
tutte le trattative
“La società US Campobasso
1919, presieduta da Anna Caracozzi,
smentisce ogni notizia
riguardo ad accordi con giocatori,
allenatori e tesserati Fi.gc.
La stessa ricorda che dopo un
anno di attesa ha fissato il termine
improrogabile per un
eventuale passaggio di consegne
al 30 luglio 2012. L’US
Campobasso 1919 invita, dunque
gli organi di stampa a non
voler considerare valide dichiarazioni
rilasciate da persone
non tesserate in nessun ruolo
con la Us Campobasso 1919”.


E da un pezzo che lo dico, quello la società non se l'è mai presa, dal notaio non c'è mai andato, eppure parla come il reuccio dei calci d'angolo campobassani.
Roba da matti, colui che doveva rilanciare il calcio del post Capone dimostrando all'irpino di essergli superiore, lui e la cordata fantasma che doveva creare la cittadella dello sport.
E pensare che c'è stato e c'è qualcuno che si permette pure di criticare Capone, ma ben vengano cento/mille Capone piuttosto che questi impostori.

Dove sono finiti i contestatori, gli insultatori, i denigratori di Capone? Tutti spariti nel nulla? Basta, non se ne può più. avete fatto un'enciclopedia di figure di merda e giustamente adesso la faccia la dovete mettere sotto terra, è l'unica vostra salvez
za.
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Oggi a 3:07 am

Tornare in alto Andare in basso
 
IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 2 di 7Andare alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Uccellina in gabbia
» il genio nell'arte e nella società
» Primo elfetto nella noce portafortuna
» Mona nostra verso SKY?
» 002 - Giugno 2010 - Solo me ne vò per la città ...

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ilmurodeitifosi :: IL MURO DEI TIFOSI-
Andare verso: