ilmurodeitifosi di Campobasso
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
AutoreMessaggio
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Nov 03, 2011 9:19 pm

Quello che voi volete far passar per un coglione in altre piazze farebbero carte false per averlo in società.

http://www.corriereirpinia.it/default.php?id=999&art_id=11162
AVELLINO 12:18 | 19/10/2011
AVELLINO - Le voci di possibili cambi all’interno della dirigenza biancoverde si fanno sempre più insistenti. La possibilità che l’attuale compagine societaria muti non è poi così remota. Al centro dei nuovi possibili scenari c’è Nicola Cece. Il petroliere irpino, sarebbe pronto ad uscire di scena e a cedere le proprie quote ad un nuovo imprenditore, nonostante il patto che prevede la prelazione per gli attuali componenti. Infatti, secondi indiscrezioni Cece che attualmente detiene il 17% ha incontrato Ferruccio Capone, sindaco di Montella e nonchè presidente del Campobasso calcio formazione militante nel campionato di Seconda Divisione. Capone da sempre tifosissimo dei lupi, sta per lasciare i rossoblù e vorrebbe finalmente realizzare il suo sogno, dopo aver tentato la scalata al club biancoverde in passato. Allo stesso tempo però non perde quota l’ipotesi Angelo D’Agostino, titolare della Metaedil e già sponsor del sodalizio biancoverde. D’Agostino che vanta ottimi rapporti sia con Taccone che con Cipriano vorrebbe però divenire socio maggioritario del club. Non è escluso quindi che nelle prossime settimane qualche cosa potrebbe cambiare all’interno del sodalizio irpino. Non ci resta che aspettare l’evolversi degli eventi per capire cosa succederà.


Ultima modifica di cuore rossoblù il Ven Nov 04, 2011 2:40 am, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Zenigata
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : Campuash fuori sede

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Nov 01, 2011 3:28 am

Cuore ma ti rendi conto di quante stronzate scrivi? prova a farti una visita psichiatrica e vedi se sei normale... affraid

Vai a vendere le banane in africa pruulò!!! pig
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
mikael
Ultras
Ultras


Messaggi : 148
Data d'iscrizione : 03.06.09

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Nov 01, 2011 12:43 am

Amico Trakkiula, la tua proposto è allettante però è un'idea alquanto utopistica. Magari si rendesse attuabile, basterebbero 100 persone per arrivare ad una somma interessante.
Sto seguendo su teleregione la trasmissione sportiva e, stanno andando diversi SMS,
I RAGAZZI STANNO ONORANDO LA NOSTRA MAGLIA "ULTRAS" FACCIAMOLO ANCHE NOI ANDANDO ALLO STADIO E NUMEROSI INCITIAMOLI: sarebbe una bellissima iniziativa, però
io avrei un'altra proposta che avvicinerebbe di molto i ragazzi ai tifosi ultras e non.
Organizzare un comitato di persone affidabili e promuovere una raccolta per poi organizzare un dopo partita con una bella PIZZA,e Birra a volonta focendoli sentire che il TIFO GLI E' RICONOSCENTE PER QUELLO ChE STANNO FACENDO PER I COLORI ROSSOBLU.Come? come ho già detto organizzare un comitato e da domani iniziare la raccolta come non so,anche domenica prima della partita all'ingresso farsi carico di questa iniziativa.
Non credo che nessuno voglia snobbare detta iniziativa offrendo anche quello che possono anche spiccioli, se saremo circa 1000 o di più la somma sarà più interessante.
Non so cosa ne pensate ma sarebbe una ottima iniziativa. Una volta raccolto una certo somma utile portarlo a conoscenza dei ragazzi quindi renderli consapevoli dell'iniziativa ed invitarli a dopo la partita non ostante il rilsultato, se positivo sarebbe meglio per trascorrere
una serata insieme a loro. DITE LA VOSTRA.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
trakkiula
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 09.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 11:11 pm

5000 euro a testa....

uuuuuuuuuuuuuuuuuaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhh

Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 10:07 pm

mikael ha scritto:
Decisioni giudice sportivo. Squalificati del Campobasso: D'Anna - Modica - Quadri.(Iuliano in diffida) 3 elementi fondamentali per domenica prossima. E questi vogliono sfoltire la rosa. Domanda. Chi sostituirà questi 3 elementi?????? Ora che tutto andava così bene?

Certo, ma non sono certo questi gli elementi da sfoltire. ma bisogna esser seri, nemmeno le squadre che puntano a vincere il campionato hanno una rosa di oltre 30 elementi, abbiamo un numero tale di giocatori che ci possiamo fare 3 squadre.
Domenica senza questi giocatori saranno cazzi amari, ma sono sicuro che chi li sostituirà farà il suo dovere.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
mikael
Ultras
Ultras


Messaggi : 148
Data d'iscrizione : 03.06.09

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 8:48 pm

Decisioni giudice sportivo. Squalificati del Campobasso: D'Anna - Modica - Quadri.(Iuliano in diffida) 3 elementi fondamentali per domenica prossima. E questi vogliono sfoltire la rosa. Domanda. Chi sostituirà questi 3 elementi?????? Ora che tutto andava così bene?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
campobasso x sempre
tifoso
tifoso


Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 28.02.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 4:56 pm

campobasso x sempre ha scritto:
campobasso x sempre ha scritto:
Qualcuno sa dirmi cosa ha detto Molino ieri a Teleregione, è vero che nella trasmissione si è detto che Cenciarelli il 14 novembre andrà all'Ancona?
Vorrei solo ricordare a Molino che fa tanto il "Professore" che tra la rosa dell'anno scorso costruita da lui e quella di quest'anno costruita da Coscia c'è un abisso e tra i giocatori in esubero ci sono sicuramente Sivilla, Fazio (e mi sispiace perché molisani) e Posillipo a cui lui aveva fatto un biennale.

...dimenticavo, ma se non vado errato anche la rosa del'anno scoso che lui aveva costruito con tanta abilità era formata da un numero di giocatori elavato...
Preciso meglio, in merito alla questione dei tagli sono d'accordo che la rosa va sfoltita, ma ciò che non mi va giù è l'atteggiamento di Molino, che anche in una giornata entusiasmante come quella di ieri non ha perso occasione per rimarcare le cose che non vanno o che non sono state fatte bene.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
werewolf
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS
avatar

Messaggi : 355
Data d'iscrizione : 23.08.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 4:20 pm

cuore rossoblù ha scritto:

Non è il tuo pensiero, è la realtà, non stare a sentire questi loschi figuri che scrivono cazzate qui sopra, il problema di Cenciarelli è che stanno fancendo una corta pazzesca a Coscia per averlo, ma se davvero si dovesse fare il sacrificio di lasciarlo andare, non perchè lui voglia andar via, sicuramente il Campobasso dovrà avere un congruo riconoscimento economico, fa parte del gioco del calcio, nel passato, quando sono andati via dal Campobasso i vari Progna, Tacchi, Perrone ecc. lo si faceva sempre per lucrare soldi, altrimenti il calcio non si può mantenere con i bruscolini, e qui c'è ancora qualcuno convinto che Capone debba andare a rubare per farli divertire la domenica. Bisogna solo valutare bene la differenza tra costi e benefici, probabilmente lo staf tencico sta provando a vedere se possiamo privarci di Cenciarelli senza subire troppi danni sul piano tecnico, non si dimentiche che questa squadra viaggia a mille e se non ci saranno intoppi tra un pò sarà già salva, essere salvi quest'anno potrebbe significare già dall'anno prossimo entrare a far parte della serie C unica, insomma giocare contro l'Ascoli, tanto per intenderci, perchè buttar via tanti soldi per ottenere lo stesso risultato ottenibile risparmiando?
Se poi qualcuno i soldi li tira fuori, allora il discorso è totalmente diverso.
beh è proprio quello che ho detto io in un vecchio post non so dove, se a gennaio abbiamo già molti punti per ottenere la salvezza sicura e si può fare qualche affare di plus valenza non sarebbe male
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 4:02 pm

Quasi tutta la squadra non dorme più al Don Guglielmo da inizio campionato.
Ci sono state delle questioni con il Don Guglielmo, ma non conosco bene i dettagli, se riesco a saperli te li posto con mp, ma so per certo che sin dall'inizio campionato la gestione del vitto e alloggio era stata modificata, forse al don gugliemo dormivano solo alcuni ragazzi, ma so per certo che da Luglio la maggior parte dei giocatori dovevano provvedersi da soli per il vitto e alloggio con un rimborso spese effettuato dalla società, rimborso spese che è in mano a qualche persona di fiducia di Capone, prima Coscia, ora non so, e che lo stesso personaggio elargisce mano mano ai tesserati. Ripeto, si tratta di 5.000,00 euro a giocatore.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 3:57 pm

mikael ha scritto:
Sulla questione Cenciarelli notizia caduto dal cielo mi ha lasciato basito. Io non ci credo poi tanto, per diverse ragioni. La prima,che la Fiorentina si sia scocciata della nostra società a me sembra strana, poi mandarlo i serie D mi sembra alquanto infruttosa. Anche se l'Ancona sta lottando per i payoff e non è sicuro che ci riesca però è pur sempre serie D, quindi sarebbe un declassamento per il giocatore lasciare la 2^divisione per preferire la D,serie che nonn gli consetirebbe di emergere come in un palcoscenico come quello in cui sta giocando, poi vorrei ricordare che la stessa società è retrocessa co penalizzaione ed anche fallita,per poi essere ripescata. Per quanto riguarda il giocatore che non sia molto contento di stare qui a Campobasso mi suona strano, è in buon ragazzo talentuoso e sta facendo grandi cose ed è molto apprezzato dallo staff tecnico, società e tutta la tifoseria. Mi sa che qualcuno ci sta dietro. Per quanto riguarda lo stipendio, vorrei ricordare che come promesso dalla società prim del 14 nov.saranno saldati tutti. In caso contrario sarà remunerto a fine stagione con i soldi della fideussyone depositata in lega.
Ieri non ha giocato perche leggermente infortunato quindi Provnza non lo ha voluto rischiare per non peggiorare le cose. Questo è il mio pensiero.

Non è il tuo pensiero, è la realtà, non stare a sentire questi loschi figuri che scrivono cazzate qui sopra, il problema di Cenciarelli è che stanno fancendo una corta pazzesca a Coscia per averlo, ma se davvero si dovesse fare il sacrificio di lasciarlo andare, non perchè lui voglia andar via, sicuramente il Campobasso dovrà avere un congruo riconoscimento economico, fa parte del gioco del calcio, nel passato, quando sono andati via dal Campobasso i vari Progna, Tacchi, Perrone ecc. lo si faceva sempre per lucrare soldi, altrimenti il calcio non si può mantenere con i bruscolini, e qui c'è ancora qualcuno convinto che Capone debba andare a rubare per farli divertire la domenica. Bisogna solo valutare bene la differenza tra costi e benefici, probabilmente lo staf tencico sta provando a vedere se possiamo privarci di Cenciarelli senza subire troppi danni sul piano tecnico, non si dimentiche che questa squadra viaggia a mille e se non ci saranno intoppi tra un pò sarà già salva, essere salvi quest'anno potrebbe significare già dall'anno prossimo entrare a far parte della serie C unica, insomma giocare contro l'Ascoli, tanto per intenderci, perchè buttar via tanti soldi per ottenere lo stesso risultato ottenibile risparmiando?
Se poi qualcuno i soldi li tira fuori, allora il discorso è totalmente diverso.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
werewolf
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS
avatar

Messaggi : 355
Data d'iscrizione : 23.08.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 3:54 pm

ma allora perchè la squadra non dorme più al don guglielmo?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 3:45 pm

Ovviamente non è vero che Cenciarelli va via perchè la Fiorentina è schifata del Campobasso ma semplicemente perchè i nostri giocatori sono richiestissimi e tutti vorrebbero averli in rosa, non dimentichiamo che Coscia, artefice degli acquisti effettuati dal Campobasso, è uomo di Capone, si conoscono da 30 anni. Nonostante la diatriba apertasi qualche giorno fa tra i due, il rapporto si sta riconsolidando, prova ne è il fatto che Coscia si è tirato fuori dalla questione dei comunicati stampa di Provenza rifutandosi di firmare quelli successivi, tra l'altro anche con Provenza la situazione si sta risanando, la presenza di Molino non è fatta per prendere le distanze dal duo Provenza-Coscia ma tutto l'opposto, serve ad evitare che Capone abbia contatti con lo staff tecnico permettendo al tempo che passa di far affievolire la rabbia creatasi tra i tre personaggi nei giorni bollenti, inoltre in questi giorni Capone è impegnatissimo a cercare risorse (anche accordi con eventuali altri soci che possano rinforzare la società) per ripianare le difficoltà finanziarie e permettere a noi tutti, anche gli idioti che lo insultano, di continuare a vivere belle giornate di calcio porfessionistico.
Provenza e Coscia hanno apertamento riconosciuto a Capone di aver sbagliato sul conto di alcuni tesserati che loro avevano categoricamente bocciato e che invece Capone voleva tenere a tutti i costi, in primis Todino e Scudieri, hanno capito di aver toppato a tal punto che adesso stanno valutando la possibilità di rimettere sul mercato Triarico e tenersi Todino.
Lo sfoltimento della rosa si farà di comune accordo tra Capone-Molino e Coscia-Provenza, e sullo sfoltimento sono tutti perfettamente d'accordo.
Nessun giocatore dorme in macchina e nessuno mangia panini, la gestioni del vitto e alloggio è stata preventivamente pianificata sin da questa estate, sottoscritta da giocatori e staff tecnico, le spese di vitto e alloggio sono state pagate ai giocatori in varie tranche sin dall'inizio del campionato, (atanziati euro 5.000,00 per ogni giocatore) l'Hotel Don Gugliemo, che aveva tutti gli interessi di questo mondo a tenersi i giocatori anche gratis facendosi pubblicità, visto che si trova sperduto in una zona dove nessuno riesce a trovarlo, conosce perfettamente sin da questa estate l'intenzione della società, i rapporti tra Capone e Mascioli (proprietario del Don Guglielmo) sono ottimi, quindi le cose che si dicono in giro sono, come al solito, cazzate messe in giro per gettare discredito sull'operato della società.
Gli insultatori possono star tranquilli, schierarsi con lo staff tecnico ed i giocatori usando parole mielose nei loro confronti non significa affatto schierarsi contro Capone, se ne facessero una ragione, la situazione è molto diversa rispetto a quella dell'anno scorso, quelli che ci sono quest'anno hanno capito benissimo che con la crisi che c'è, è meglio restare nel Campobasso con qualche sacrificio piuttosto che fare muro contro muro e ritrovarsi l'anno prossimo senza squadra, e questo vale anche per Coscia e Provenza, Molino e Cosco ne sanno qualcosa, di società ormai fallite ce ne sono tante ed i posti disponibili per mister, direttori e giocatori sono sempre di meno e sempre meno appetitosi sul piano finanziario e della regolarità di pagamento, questo è il calcio schifoso che viviamo in questo momento, chi vuol restare nella giostra bene, chi non vuole più farlo, cambi mestiere, prendere o lasciare. Prova ne il fatto che Coscia, dopo la cazzata del primo comunicato stampa è andato a piangere da Capone come un bambino rendendosi conto della cazzata fatta ed evitando di sottoscrivere la altre cazzate fatte nei giorni successivi da Provenza, del resto Provenza è un medico e può permettersi di mandare tutti a cagare rimettendosi a fare il medico, se resta senza squadra per qualche anno non ha problemi, Coscia è in una situazione leggermente diversa.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
mikael
Ultras
Ultras


Messaggi : 148
Data d'iscrizione : 03.06.09

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 3:22 pm

Sulla questione Cenciarelli notizia caduto dal cielo mi ha lasciato basito. Io non ci credo poi tanto, per diverse ragioni. La prima,che la Fiorentina si sia scocciata della nostra società a me sembra strana, poi mandarlo i serie D mi sembra alquanto infruttosa. Anche se l'Ancona sta lottando per i payoff e non è sicuro che ci riesca però è pur sempre serie D, quindi sarebbe un declassamento per il giocatore lasciare la 2^divisione per preferire la D,serie che nonn gli consetirebbe di emergere come in un palcoscenico come quello in cui sta giocando, poi vorrei ricordare che la stessa società è retrocessa co penalizzaione ed anche fallita,per poi essere ripescata. Per quanto riguarda il giocatore che non sia molto contento di stare qui a Campobasso mi suona strano, è in buon ragazzo talentuoso e sta facendo grandi cose ed è molto apprezzato dallo staff tecnico, società e tutta la tifoseria. Mi sa che qualcuno ci sta dietro. Per quanto riguarda lo stipendio, vorrei ricordare che come promesso dalla società prim del 14 nov.saranno saldati tutti. In caso contrario sarà remunerto a fine stagione con i soldi della fideussyone depositata in lega.
Ieri non ha giocato perche leggermente infortunato quindi Provnza non lo ha voluto rischiare per non peggiorare le cose. Questo è il mio pensiero.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 3:02 pm

Al limite i soldi ce li mette qualche altro figlio di troia, magari qualche figlio di troia della nostra città, ce ne sono tanti, o qualcuno di voi altri, così Capone toglie il disturbo e sarei contento anch'io, almeno la finiamo una volta per tutte con questo atteggiamento autolesionista, sperando che il prossimo presidente sia alto, bello, snello e biondo e che sia gradito agli insultatori, evidentemente se lo vogliono pure trombare, altrimenti non si spiega come mai invece di guardare i risultati che quest'anno ci sono ed arrivano grazie a gente tesserata da Capone, non da Mancini o altri, continuano a ribadire che non gradiscono la figura di Capone.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
trakkiula
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 09.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 12:39 pm

si cb x sempre,ha detto che forse si prenderà un secondo portiere perchè iuliano ha problemi fisici e sta tirando avanti lo stesso e che 7-8 giocatori saranno ceduti a breve perchè ci sono troppi contratti edevono essere tagliati.


di cenciarelli te lo confermo ma è un'indiscrezione di colalillo...pare che la fiorentina è a dir poco schifata del trattamento del cb e vuole girarlo all'ancona.vogliamo darle torto?magari cenciarelli è uno di quelli che mangia panini e dorme in macchina.

ecoo la figura che quel figlio di troia sta facendo fare alla mia città!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
campobasso x sempre
tifoso
tifoso


Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 28.02.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 10:42 am

campobasso x sempre ha scritto:
Qualcuno sa dirmi cosa ha detto Molino ieri a Teleregione, è vero che nella trasmissione si è detto che Cenciarelli il 14 novembre andrà all'Ancona?
Vorrei solo ricordare a Molino che fa tanto il "Professore" che tra la rosa dell'anno scorso costruita da lui e quella di quest'anno costruita da Coscia c'è un abisso e tra i giocatori in esubero ci sono sicuramente Sivilla, Fazio (e mi sispiace perché molisani) e Posillipo a cui lui aveva fatto un biennale.

...dimenticavo, ma se non vado errato anche la rosa del'anno scoso che lui aveva costruito con tanta abilità era formata da un numero di giocatori elavato...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
campobasso x sempre
tifoso
tifoso


Messaggi : 52
Data d'iscrizione : 28.02.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 10:39 am

Qualcuno sa dirmi cosa ha detto Molino ieri a Teleregione, è vero che nella trasmissione si è detto che Cenciarelli il 14 novembre andrà all'Ancona?
Vorrei solo ricordare a Molino che fa tanto il "Professore" che tra la rosa dell'anno scorso costruita da lui e quella di quest'anno costruita da Coscia c'è un abisso e tra i giocatori in esubero ci sono sicuramente Sivilla, Fazio (e mi sispiace perché molisani) e Posillipo a cui lui aveva fatto un biennale.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 31, 2011 3:55 am

Avete sentito a TLT cosa dicevano a proposito del costo che un presidente deve sostenere per portare avanti un campionato di lega pro di 2 divisione? Avete sentito cosa diceva Sergio Genovese? Solo per iscriversi al campionato ci voglione ben 350.000,00 euro, cosa da pazzi, e poi devi fare la squadra e sostenere tutte le altre spese, trasferte, alberghi, ristoranti, vitto e alloggio, manutenzione campo e stadio, visto che il Comune non se ne frega un cazzo, di contro Capone non prende un euro come sponsor, biglietti ed abbonamenti sono piccole ed insignificanti cifre, visto che i Campobassani vanno allo stadio solo se fanno la Champions League, e poi deve sorbirsi pure le critiche e gli insulti di quattro imbecilli.
Quelli che criticano dovrebbero sciacquarsi la bocca prima di criticare, non si rendono conto che di questi tempi, fare calcio è diventato un lusso per una città allo sbando come Campobasso, Capone, se non viene aiutato da nessuno, spiegatemi voi come deve fare ad andare avanti, deve rubare? Deve spacciare droga?
Quegli imbecilli che adesso hanno finito di rompere i coglioni con la storia dei debiti con l'Agenzia delle Entrate ed hanno cominciato a romperli con la storia del Don Guglielmo, dovrebbero cominciare a ragionare, se hanno un minimo di cervello per farlo, e capire che senza soldi non si cantano messe, ce li mettessero loro i soldi visto che fanno tanto i perbenisti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Dom Ott 30, 2011 2:09 am

Allarme rientrato, se è come dicono in TV, il deferimento riguarderebbe una trasgressione delle norme avvenuta nel mese di Aprile 2010, quindi nel campionato scorso, addirittura la TV dice che la cosa non dovrebbe portare neanche punti di penalizzazione. Meglio così.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Ott 28, 2011 10:49 pm

Comunque credo che ci sia un errore, l'articolo parla di stagione sportiva 2010-2012, la stagione deve essere o 2010-2011 o 2011-2012, se è la stagione 2010- 2011 ai fini dei contributi per il minutaggio non ci dovrebbero essere problemi, quelli vengono tolti per infrazioni riguardanti l'attuale stagione, e poi i controlli Co.Vi.So.C. dell'attuale stagione non sono ancora iniziati, il primo ci sarà a metà novembre, boh, qui ormai non ci si capisce più niente, arrivano deferimenti tutti i giorni, anche se uno ha il mal di pancia.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Ott 28, 2011 10:41 pm

Stavolta ci siamo anche noi.
Prima che i soliti idioti partano in quarta scatenandosi, neanche si parlasse di una squadra di una città che non gli appartiene, e invece è la squadra della loro città, che gli piaccia o no, la posto io la notizia, così gli risparmio il lavoro di copia incolla, loro meglio che non perdano tempo, hanno tanto da fare, devono lavorare per gettare merda, quindi meglio non perdere tempo, pronti via.

ALTRE NEWS

Disciplinare, deferiti due club di Lega Pro
28.10.2011 17:20 di Valeria Debbia articolo letto 1276 volte


© foto di Luigi Putignano/TuttoLegaPro.com La Federazione Italiana Giuoco Calcio comunica che il Procuratore Federale, a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., ha deferito alla Commissione Disciplinare Nazionale la Spal e il Campobasso per responsabilità diretta e i dirigenti dei due club: Cesare Buttelli e Stefano Bena della Spal sono stati deferiti per aver avviato un’attività commerciale collaterale finalizzata alla realizzazione di un impianto fotovoltaico; mentre Gaudiano Capone del Campobasso per aver ostacolato l’attività di verifica della Co.Vi.So.C. in sede di visita ispettiva occorsa nella stagione sportiva 2010/2012.

Tra le società deferite risulta anche il Brindisi - la scorsa stagione in Seconda Divisione - e il suo presidente Antonio Pupino, per non aver permesso agli ispettori della Co.Vi.So.C. di compiere le necessarie verifiche in ordine all’equilibrio economico e finanziario della società.

Chissà che cazzo ha combinato Guadiano Capone, staremo a vedere, speriamo solo che non influisca sui contributi del minutaggio altrimenti stavolta davvero so cazzi amari, non tanto per l'eventuale punto di penalizzazione, ma perchè se già non ci sono soldi, in caso di mancato arrivo dei contributi davvero si chiude baracca.
Saranno contenti i denigratori, ora si possono scatenare, anche se prima bisogna capire bene come sono andati i fatti.
Visto che nessono lo aiuta, consiglierei a Capone di "Andare a rubare" almeno così può continuare a finanziare il giocattolo ai campobasani che se ne fregano.


Ultima modifica di cuore rossoblù il Ven Ott 28, 2011 10:50 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
trakkiula
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 09.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Ott 27, 2011 6:59 pm

perchè a cb c'è gente come te.... fino a quando questa gente continuerà a dire ok basta che m pozz vrè la partita la domenica ,sarà sempre cosi'.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Ott 27, 2011 6:19 pm

STRALCIO TRATTO DALL'ARTICOLO SOTTO INDICATO

EDITORIALE TLP
Che calcio ci aspetta in Lega Pro ?
Vittorio Galigani, espertissimo dirigente, da 35 anni nel mondo del calcio. Già Direttore Generale di club come Verona, Ternana, Taranto, Fano, Cagliari e Pescara.
27.10.2011 13:00 di Vittorio Galigani articolo letto 1166 volte

© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com



Abbiamo scritto di realtà transitoria. In attesa della riforma dei campionati. La motivazione?
La seconda divisione non ha più motivo di esistere. Per due titoli. Il primo finanziario. Nella maggioranza dei casi non ci sono più spettatori. Non ci sono più sponsor. Scarseggiano i ricavi. Nella sostanza, non ci sono più risorse economiche. Si arriva sempre in affanno al termine della stagione. Lo dicono, a conferma, le penalizzazioni.
Il secondo tecnico. Ho assistito sovente a colloqui tra dirigenti di società e procuratori. Nel comporre le “rose” nel periodo estivo. Con i primi impreparati. Alla ricerca affannosa di ragazzi classe ’91. Da in inserire in squadra. ( Si perchè i ’90 sono diventati “vecchi” d’improvviso, per regolamento. E i ’92, quelli di prospettiva, sono rimasti nelle “Primavera” di A e B ). Per farli giocare a prescindere. Per attingere ai contributi del “minutaggio”. Con conseguente selvaggia utilizzazione di giovani. Molte volte non all’ altezza. Facendo credere a molti di loro di essere già calciatori. Ma che, in verità, calciatori non lo diverranno mai.
La seconda divisione. In definitiva. Ci rapporta a un campionato obsoleto. Tecnicamente scaduto. Che non potrà più dare risultati di prospettiva. E questa è la verità che non può essere smentita.

Ed allora?
Lega Pro a tre gironi da venti squadre. Dalla prossima stagione. In anticipo su progetto di programma?
Alla luce di quanto sopra accennato. E di quanto sta materialmente accadendo. E’ più probabile di quanto si potrebbe immaginare. Sarebbe forse auspicabile.
Per tutto il movimento. Principalmente se servisse ad evitare. Per una ricostituita e certificata solidità finanziaria delle società. L’ umiliazione delle penalizzazioni. Divenuta, purtroppo, una costante sgradevole degli ultimi campionati.
Certamente si dirà. Riducendo l’organico e tagliando posti di lavoro non si risolve il problema. Ma di necessità si deve fare virtù. Lavorino le intellighenzie. Istituzioni di “palazzo” e asso calciatori. In armonia costruttiva.
Ormai. La crisi finanziaria coinvolge anche le aziende del pallone. I regolamenti federali, però, recitano di regole rigide. Regole che impongono controlli immediati. Che vanno rispettate. Nel corso dei campionati ed al momento dell’ iscrizione. Al rilascio delle licenze nazionali. Chi non ha i titoli finanziari, strutturali e organizzativi. Documentati. Resti pur fuori. Da subito.
Per rispetto di tutti. In primis per il popolo degli appassionati e dei tifosi. Senza dubbio al momento dubbiosi, confusi e delusi. Da penalizzazioni, scommesse e dintorni…



Ah come sarebbe importante stringere i denti e resistere in questa categoria senza fallire e senza retrocedere, ma perché la città di Campobasso, la Regione tutta, i giornalisti, i tifosi, gli imprenditori, gli enti locali, le iistituzioni in genere non capiscono come sia importante in questo momento dare una mano a Capone o a chi dovesse subentrargli per non perdere questo treno? E' così difficile capire che se perdiamo questo treno, nella nostra regione di calcio professionistico non ne vedremo mai più? E questo è un appello che va fatto all'intera regione, perchè realtà come Isernia, Agnone, Trivento, Boiano, Termoli, Venafro, ecc. devono farsi una ragione che con la crisi mondiale che stiamo vivendo, al di la di tanti accesi derby tra poveri in eccellenza ed in serie D non si può andare se non si ha uno stadio ed un pubblico all'altezza.
Se Campobasso, in rappresentanza di tutta la regione perde il treno per trovarsi in Serie C1 a ridosso della serie B grazie alla riforma dei campionati, dopo tale riforma sarà difficilissimo salire nell'olimpo del calcio nazionale per tutte le realtà calcistiche della nostra regione, Campobasso compreso.
I presidenti, i direttori, i giocatori passano, la nostra squadra no, primo o poi anche Capone non ci sarà più, sperando che ci possa essere un ricambio all'altezza o migliore, e allora, ora che siamo proprio vicini al traguardo della serie C1, tutti, ma proprio tutti, dovrebbero dare una mano economica al presidente del Nuovo Campobasso Calcio, che si chiami Capone, Berlusconi, Pinco Pallo o Sembronio, chi offrendo sponsorizzazioni, chi acquistando il biglietto per la partita, chi escogitando modalità legali di contribuzione, chi mettendo a norma lo stadio.
E invece tutti con la puzza sotto il naso, tutti a girare le spalle allo scomodo e poco simpatico presidente venuto dall'Irpinia, dimenticando che un giorno, quando Capone per i tifosi rossoblù sarà solo una pagina del passato calcistico della nostra regione, potremmo trovarci di nuovo ad assistere ad appetitosi scontri contro l'Agnonese, il Trivento o peggio ancora il Bojano, il Sesto Campano, il Larino. Mi piace riprendere una frase che ho sentito dire a qualcuno in TV: "Non tutti i tifosi del Milan amano Berlusconi, eppure non fanno mai mancare il loro sostengno alla loro squadra del cuore, cioè il Milan."
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Ott 24, 2011 10:33 pm

Ieri ho parlato con un parente di Ascoli Piceno, mi ha detto che ad Ascoli, ogni anno partono malissimo, senza soldi, con stipendi arretrati da pagare, prendono punti di penalizzazione, quest'anno anche per la vicenda del calcio scommesse. Poi pian piano, verso fine campionato, cominciano ad arrivare i contributi della lega, ci si riorganizza e si riesce a portare la salvezza a casa, almeno fino a quest'anno, pensate che quest'anno, non solo i giocatori non hanno ricevuto nemmeno un euro per la stagione in corso, ma coloro che sono rimasti dall'anno scorso devono prendere ancora i soldi del mese di Aprile e Maggio, hanno firmato la liberatoria per mettere in regola la società ma ancora avanzano soldi dell'anno scorso. Queste situazioni le conoscono solo in pochi, la città non sa nulla, i giornalisti nemmeno, se non le notizie ufficiali legate ai punti di penalizzazione, lui le sa perchè ha degli amici molto vicini alla società.
Ha concluso dicendo che purtroppo la situazione è questa, anche per loro i tempi di Costantino Rozzi son finiti e ... o questa minestra o giù dalla finestra.
Meditate voccaloni, meditate.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Set 26, 2011 9:54 pm

Infatti l'avevo sentito a TLM, evidentemente i soliti noti avevano cercato, ancora una volta, di pescare nel torbido.
I nemici di Capone, insultatori e tirapiedi, non si stancano mai di prendere fregature, continuano con questo atteggiamento che gli fa fare figure di merda un giorno si e l'altro pure, e il bello è che adesso fingono di disertare lo stadio e poi in anonimato entrano lo stesso, ieri c'erano tutti, non ci mancava nessuno, per giunta sono costretti a pagare il biglietto a 12 euro, mentre con l'abbonamento lo avrebbero pagato 6 euro, sono proprio masochisti, boh contenti loro... Capone ringrazia per l'obolo elargito.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
mikael
Ultras
Ultras


Messaggi : 148
Data d'iscrizione : 03.06.09

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Set 26, 2011 7:45 pm

Ho appena finito di leggere le eventuali penalizzazioni da parte della Lega,L'Isola e Lanciano sono state penalizzate, mentre il Nuovo Campobasso Calcio è stato prosciolto. Comunicato del 26/09 ore 17,50. Ho voluto subito comunicarlo in quanto avevo letto che qualcuno avesse scritto di una eventuale penalizzazione per il Campobasso Calcio.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Set 26, 2011 2:20 pm

mikael ha scritto:
Cuore, se mi permetti io vorrei aggiungere un mio pensiero, anzi due.

In primis come si permette il Sig. Puliano a fer commenti sulla Società del Campobasso senza un diretto interlocutore per ribadire tutto il suo commento.

E' facile parlare o sparlare quando si è soli davanti ad una telecamera.

2° il sig. F. M. smetterla di fare fare interviste FAZIOSE con l'allenatore avversario riguardante il terreno di gioco chiamandolo INDECOROSO e DISASTROSO.


STRAQUOTO
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
mikael
Ultras
Ultras


Messaggi : 148
Data d'iscrizione : 03.06.09

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Set 26, 2011 12:50 pm

Cuore, se mi permetti io vorrei aggiungere un mio pensiero, anzi due.

In primis come si permette il Sig. Puliano a fer commenti sulla Società del Campobasso senza un diretto interlocutore per ribadire tutto il suo commento.

E' facile parlare o sparlare quando si è soli davanti ad una telecamera.

2° il sig. F. M. smetterla di fare fare interviste FAZIOSE con l'allenatore avversario riguardante il terreno di gioco chiamandolo INDECOROSO e DISASTROSO.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Set 26, 2011 12:26 pm

Ieri a TLM si parlava della possibilità che oggi ci possano essere delle penalizzazione alle squadre di lega pro, Mapobasso compreso, il motivo potrebbe essere riconducibile al tardivo pagamento dell'ultima tranche degli stipendi della passata stagione, non so se si tratta di una bufala tirata in ballo dai soliti noti per gettare fango in faccia a Capone, guarda caso c'era ospite in trasmissione il sig. Pulitano, in ogni caso se così fosse, nessun problema per il prosieguo del campionato, non saranno due punti in più o in meno a tarpare la ali alla banda di giovanotti terribili allenati dal grande Provenza, vorrà dire che vinceremo una partita in più per riprenderci quello che ingiustamente ci verrà tolto, in ogni caso, se dovessero esserci penalizzazioni riguardanti tardivi pagamenti relativi alla passata stagione, tutto ciò non provocherà il mancato accesso ai contributi del minutaggio in quanto tale evento si verifica solo per penalizzazioni riguardanti questa stagione e non quella precedente, il regolamento parla chiaro.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Set 26, 2011 12:16 pm

La presenza del Campobasso 1919 e dei Lupi Molinaro non deve essere vista come presenza scomoda, sono loro che devono dimostrare cosa sono capaci di fare, Capone lo ha già dimostrato, se saranno bravi potrebbero un giorno arrivare anche ad insidiare la leadership a Capone, per adesso il Campobasso calcio è rappresentato dal Nuovo Campobasso di Capone, non fosse altro che per il fatto di essere la squadra più in alto delle altre, a me personalmente, pur nutrendo una certa antipatia verso Pulitano per come ha trattato Capone e per il fatto di aver proposto solo chiacchiere con lo scopo di fare pubblicità alla sua azienda, non sono contrario alla presenza di altre realtà calcistiche in città, poi, pur essendo un Caponiano convinto, devo sempre mettere in preventivo anche una remota possibilità che un giorno il Campobasso di Capone possa avere problemi seri e farci ritrovare senza calcio, in quel caso, avere l'alternativa di altre realtà presenti nel calcio regionale, ci permetterebbe di evitare di ripartire dalla 1 categoria, se un giorno, pur in presenza del Campobasso di Capone, un'altra società militerà nella stessa serie del Nuovo Campobasso e dimostrerà di avere un progetto più ambizioso e serio rispetto al quello del patron avellinese, perchè non dargli credito e puntare su tale progetto?
Per adesso intanto, tra Capone e questi personaggi minori, c'è una distanza di anni luce a favore dell'avellinese e pertanto è ovvio e scontato che la tifoseria punti su Capone e non su alternative tutte da decifrare e da valutare.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   

Tornare in alto Andare in basso
 
IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 7 di 7Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
 Argomenti simili
-
» Uccellina in gabbia
» Primo elfetto nella noce portafortuna
» Mona nostra verso SKY?
» 002 - Giugno 2010 - Solo me ne vò per la città ...
» Il calcio la fa da padrone, bene Paolini su La7

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ilmurodeitifosi :: IL MURO DEI TIFOSI-
Andare verso: