ilmurodeitifosi di Campobasso
 
IndiceIndice  PortalePortale  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
AutoreMessaggio
trakkiula
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 09.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Sab Feb 11, 2012 1:31 pm

mai detto di voler fallire o di fare l'eccellenza.se sai leggere vai a controllare prima di inventare stronzate.
il 14 si avvicina,tra 2 giorni sapremo che futuro ci aspetta.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
danilodiluca87
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS
avatar

Messaggi : 206
Data d'iscrizione : 11.09.08
Località : Frosolone

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Sab Feb 11, 2012 3:23 am

cuore rossoblù ha scritto:
....in questo momento bisogna salvare la categoria, poi questa estate, con il titolo in cassaforte se ne parlerà, potremo anche mettere Capone spalle al muro ponendolo davanti alle sue responsabilità....

....Molto meglio non rischiare e tenerci stretta questa lega pro piuttosto che avventurarci in storie di risalita dalle serie inferiori irte di difficoltà e di lati oscuri.[/i][/b]

a quantoo pare anche i nostri trakkiula e compagnia pare che stianoo convergendo verso questa idea....FORZA RAGAZZI MANTENIAMO LA CCCCCCCCCC....

quest'estate facciamo tutto quello che voletee..... cheers cheers cheers cheers
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Feb 10, 2012 6:43 pm

ALTRE NEWS

Denaro e riforme per una Lega Pro più solida
10.02.2012 16:00 di Vittorio Galigani articolo letto 148 volte


© foto di Luigi Putignano/TuttoLegaPro.com Ho già scritto, recentemente, della vittoria da 35 milioni di Mario Macalli. Ora quei soldi, grazie anche alla mediazione del Presidente Federale Giancarlo Abete, stanno per arrivare in Lega Pro. Per l’esattezza 39,3 milioni di euro, al netto dei 16 già accreditati. Il versamento sarà suddiviso in tre rate e riguarderanno le annualità che vanno dal 2008/9 e sino al termine della corrente stagione sportiva. A fronte, la Lega Pro si è impegnata a rinunciare, sino al 30 giugno, a tutte le azioni pendenti sia dinanzi al Tribunale di Milano che a quello del Coni (Tnas).

La prima rata, di circa 11 milioni, euro più euro meno, dovrebbe essere versata nelle casse della Lega Pro nell’immediato. Tempi tecnici permettendo. Le modalità di ripartizione non sono ancora ben definite. Oltre a quanto stabilito dalla legge Melandri e dai regolamenti peserà il parere del Consiglio della Lega Pro. Mario Macalli ed i suoi più stretti collaboratori, i vice Pitrolo e Lombardo, lavorano da tempo sul progetto giovani e sull’ incentivo a “minutaggio” per il loro utilizzo. Logico supporre, al proposito, che un riguardo, alle società virtuose e ossequiose a quell’ indirizzo programmatico, debba essere riconosciuto.
Impensabile comunque che le società, indipendentemente dalle decisioni assunte dal Consiglio di Lega, possano utilizzare gli importi di loro appannaggio per far fronte alle prossime scadenze, improrogabili, in calendario per il prossimo martedì.
L’ accordo è stato raggiunto ieri 9 febbraio 2012 proprio nella giornata in cui la Commissione Disciplinare Nazionale comminava 14 punti di penalizzazione, più squalifiche varie ed ammende diverse, a tutte le società deferite per inadempienze amministrative. Inadempienze inerenti il mancato pagamento degli emolumenti ai propri tesserati e dei relativi oneri per il trimestre luglio – settembre 2011. Per regolamento a tutte le società penalizzate non competeranno più, per la corrente stagione, i contributi federali a “minutaggio”. Ove le stesse avessero utilizzato gli “under”. Con una aggravante. Dovranno anche restituire, come stabilito dal Consiglio Direttivo di Lega, quanto eventualmente già percepito in precedenza.

Martedì 14 febbraio p.v. tutte le società dovranno inoltre certificare alla Covisoc ed alla Lega di aver ottemperato agli obblighi, della stessa natura, relativi al trimestre ottobre – dicembre. Pena altri deferimenti e conseguenti ulteriori penalizzazioni. L’ orizzonte, in tema con le attuali condizioni meteo, appare nebuloso per diversi club. Anche a dispetto, in alcuni casi eclatanti, di invidiabili posizioni in classifica.

In questo contesto divengono maggiormente condivisibili le recenti esternazioni di Mario Macalli. Per un organico di Lega composto da società sempre più affidabili. Con maggior rigore nella terza serie. Coperture fidejussioria ad inizio di stagione a garanzia degli impegni finanziari nei confronti dei tesserati. Il tutto in previsione di una riforma dei campionati che giorno dopo giorno si presenta come un evento epocale necessario. Di necessità imprescindibile ed a tutela dell’ intera categoria.

I temi all’ordine del giorno? Lega Pro a 60 squadre. Suddivise in tre gironi. Utilizzo sempre maggiore degli “under” provenienti, ci si augura, dal proprio vivaio. E non a premi di rendimento o per compartecipazioni assurde con club di categorie superiori. E da ultimo, ma solo in ordine cronologico, potenziamento dei settori giovanili, anche con incentivi finanziari rinvenienti, e perché no, da questa grande boccata di ossigeno che sta arrivando grazie alla pervicace volontà dei vertici di Lega Pro.

Che sia la volta buona?



Quando siamo ottusi noi Campobassani, che peccato rischiare di non far parte di questa giostra solo perchè i campobassani hanno deciso di far la festa a Capone, e per farlo si autocastrano perdendo il calcio di lega pro, è esattamente come l'esempio di quell'uomo che per far dispetto alla moglie decide di tagliarsi il pene.
Siamo così ottuso che non ci rendiamo conto che in questo momento bisogna salvare la categoria, poi questa estate, con il titolo in cassaforte se ne parlerà, potremo anche mettere Capone spalle al muro ponendolo davanti alle sue responsabilità, ma oggi bisogna assolutamente dare supporto a questa società ed a questi giocatori, è nel nostro interesse, paradossalmente l'appoggio deve essere psicologico piuttosto che economico, tanto si sa che alla fine Capone i suoi bravi soldoni li tirerà fuori come sempre anche questa volta, per non farci trovare nella situazione in cui si trova il Giulianova.
Stimo molto Falcione ma sul fatto che secondo lui è meglio attendere che passi il cadavere di Capone nel fiume per poi ripartire con il titolo del Trivento sta toppando di brutto, primo perchè non è corretto nei confronti dei triventini e secondo perchè lui si illude che sia così facile risalire in C2 con una nuovo società e invece è difficilissimo, se poi non dovesse farcela sin dal primo anno, si ritroverebbere sulla graticola esattamente come Capone, con la città contro e con un escalation di tensione che, come al solito, non ci permetterebbe di risalire nemmeno dopo 3/4 anni, se non con il ripescaggio, ma per fare domanda di ripescaggio ci vogliono tanti fagioli, e Falcione non mi sembra il tipo che metterebbe ipoteche sulle sue proprietà private per presentare tale domanda, come invece ha fatto il buon Capone.
Molto meglio non rischiare e tenerci stretta questa lega pro piuttosto che avventurarci in storie di risalita dalle serie inferiori irte di difficoltà e di lati oscuri.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Feb 09, 2012 3:44 pm

Le parole di Ioime nell'intervista del post gara di Perugia, intetrvista mandata in onda ieri:
Sono molto contento di essere a Campobasso, devo ringraziare di cuore queste persone della società che mi hanno dato la grande possibilità di tornare a giocare in Italia tra i professionisti.

Imbimbo invece ha detto che Raffaele "Ioime" farà di tutto per rimettersi in sesto dalla malattia nel più breve tempo possibile, se fosse per lui starebbe in campo già da domenica prossima.

Sono questi i i giocatori che vogliamo vedere a Campobasso, Ioime, Viscido, Todino, Rega, e tutti gli altri, davvero nessuno escluso, gente che ci mette il cuore, l'anima, che brucia l'erbetta che ha sotto i piedi durante la gara, non gente che si crede arrivata già nel calcio che conta pur trovandosi in serie C2 e che si permette di decidere se impegnarsi in campo oppure no, a seconda di come gli girano i marroni, gente come D'Anna, Quadri, Altobello, lo stesso Provenza ed altri soggetti che hanno frequentato il nostro stadio e che per fortuna sono andati via o sono stati allontanati.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
nucleiSannitiAutonomisti
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS
avatar

Messaggi : 820
Data d'iscrizione : 03.08.10
Località : Campobasso del Sannio

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Sab Gen 28, 2012 2:00 pm

la differenza fra i ragionamenti e' una:
LEI dice che i certificati sono falsi, IO non mi permetto di asserirlo, se per lei sono falsi, vada alla procura della repubblica e vada a denunciarli, altrimenti stia zitto;
LEI dice di aver parlato con QUADRI,tramite unamico in comune rilasciando poi una specie di intervista che i giornali hanno riportato integralmente, invece e' una fesseria che QUADRI ha dovuto smentire in piu' sedi;
LEI associa i postali a fasificatori di certificati (ora parlando direttamente di quelli della filiale di Campobasso, piani alti, che se vuole le presento personalmente...(PERO' LEI DEVO DIRGLIELO IN FACCIA), invece IO non mi permetto....sarebbe stato meglio come paragone portare il servizio delle Iene (li' e' palese la truffa ai danni dello stato, perche' di questo reato si tratta, e spero vengano arrestate o licenziate facendo lavorare chi ne ha voglia), che fa notare il timbraggio multiplo del badge (REATO).....ma lei non lo fa, perche le fa comodo sparlare male di tutti...sempre!!!
l'unica cosa che non hai capito bene, infine....e che sul FSB ero volutamente ironico, visto che non posso essere dei servizi segreti russi(o no?)al massimo di quelli del MI5 di sua maesta o del Mossad!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Sab Gen 28, 2012 12:26 pm

E' impossibile parlare con te, lasciamo perdere, si sta scrivendo su un forum, non stiamo davanti ad un giudice, non si può soppesare ogni volta quello che si dice perchè poi ci sei tu che fai richiami, riferimenti ad articoli di legge, o a quant'altro, a me va benissimo scrivere su questo muro anche da solo, mi sono ritrovato senza volerlo un blog che tra l'altro viene letto da molte persone non iscritte, quindi lettori appassianati del Campobasso che preferiscono non scrivere messaggi ma solo leggere, molti di più dell'altro muro, sto benissimo, "da re", anche a non interloquire con te, il problema è che sei tu che mi hai chiamato in causa sull'altro muro più di una volta, denigrandomi, come al solito, pertanto ti diffido a non farlo più, anch'io son capace di rivolgermi alla legge italiana per evitare di essere denigrato, ti prego di evitare di replicarmi in quanto non ti risponderò, qualsiasi sia il tono della tua replica, non ho alcun obbligo a rispondere alla richiesta di chiarimenti che spesso poni sui furum, anche perchè se sei distratto o fingi di esserlo non è un problema mio, le dichiarazioni rilasciate da Quadri, sono contenute tra l'altro in una intervista ad una delle nostre TV locali (non ricordo se TLM o TeleRegione) e cronologicamente sono precedenti al mio intervento, tant'è che i richiami sui giornali son venuto a seguito di quella intervista, non certo a seguito del mio intervento, mi ritieni così importante da essere capace di sollevare un polverone con un mio intervento sul forum, ti ringrazio della considerazione, ma mi ritengo molto più umilmente un semplice tifoso innamorato del lupo che scrive quattro stronzate sul muro, tra l'altro quelle dichiarazioni sentite con le mie orecchie direttamente da lui, non erano affatto negative nei confronti dello stesso Quadri ma anzi gli facevano onore perchè in una situazione di abbandono e di stadio vuoto è chiaro che gli stimoli si perdono, non c'è nulla di male per gente dotata di un grande bagaglio tecnico di desiderare di spostarsi presso altre società più ambiziose della nostra, anche Su Balistreri Molino è stato chiaro, ha detto che ovviamente non si preclude al ragazzo la possibilità di far carriera presso altre società ma l'approccio di coloro che lo vogliono è sbagliato in quanto devono rivolgersi alla società con la quale Balistreri è sotto contratto, rivolgersi direttamente a lui non serve, perchè, tu mi insegni, la rescissione di un contratto è bilatelare non unilaterale.
Riguardo i certificati medici l'esempio delle poste era un modo per dire che non si è mai visto che i giocatori vanno avanti con i certificati medici, so benissimo che alle poste molti dipendenti smazzano dalla mattina alla sera, sioprattutto quelli che stanno agli sportelli, mentre ci sono altri nei piani superiori delle poste centrali che ti assicuro che potrebbero anche essere licenziati senza dare alcun problema all'ente Poste, il riferimento più in generale era nei confronti di tanti lavoratori statali che non fanno il loro dovere e prendono lo stipendio con le nostre tasse, per fortuna le cose stanno cambiando, hai visto la puntato in cui "Le Iene" su Italia 1 hanno fiilmato gente che marcava il cartellino a colleghi assenti o che marcava e se ne andava a passeggio? Anche quella è un'invenzione?
La veridicità di certificati medici presentati da giovani calciatori che fino a qualche tempo fa erano forti e pieni di salute e adesso sono in malattia per mesi e mesi sinceramente lascia mooolto perplessi, a meno che non abbiamo un problema di saluto molto serio, e poi, guarda un pò, lo avrebbero contemporaneamente tutti e tre, la probabilità matematica che ciò sia vero è quasi pari a 0, tu sai benissimo che i certificati medici sono falsi ma ti nascondi dietro un dito per convenienza nel difenderli solo perchè sono contro Capone, avete avuto questo atteggiamento ormai da anni, basti pensare a come vi siete schierati pro o contro Molino, o lo stesso Coscia o altri personaggi, il vostro schieramento era all'abbisogna, pro o contro questi vari personaggi purchè in antitesi alla posizione di Capone.
Devo registrare che persino nel tuo ultimo comma in cui fai un richiamo al metterla sullo scherzoso, in ogni caso ti metti comunque, come al solito, sul piedistallo dell'uomo colto e superiore facendo notare che il KGB non esiste più, insomma è impossibile con uno come te, divertirsi a scrivere cazzate su un forum, perchè è questo quello che voglio fare io, pertanto se lo spirito che ti spinge a scrivere sui furum è uguale al mio, sarò felice di continuare a dialogare con te, anche a sfotterci a vicenda, perchè no, se invece, come credo, non cambiarai atteggiamento restando sul piedistallo, ti dico addio e ti lascio alle tue elucubrazioni.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
nucleiSannitiAutonomisti
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS
avatar

Messaggi : 820
Data d'iscrizione : 03.08.10
Località : Campobasso del Sannio

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Sab Gen 28, 2012 3:49 am

allora, mi trovo costretto a rispondere ad alcune domande....questa sara' la mia ultima risposta al signor cuore rossoblu:
1) non voglio consigli da lei, visto che ancora sto aspettando di sapere qual'e' la volta che lei ha parlato tramite un amico comune con il tesserato Quadri, che due giorni ha dovuto smentire su internet (fonte muro dei tifosi facebook) ed a mezzo stampa cio' che lei ha pubblicato su questo sito e che i giornali hanno ripreso creando un caos incredibile all'interno di squadra e societa' (visto che si parlava di un capitano in mezzo a tutti ragazzini) e la seguente partenza del giocatore stesso;
2)rispetto ai comportamenti ed atteggiamenti da assumersi da parte dei tifosi o ultras, non ho bisogno di sapere da lei come bisognera' comportarsi nel breve e nel lungo termine, ne lei si puo' permettere di dire che i tifosi sbagliano nel modo di comportarsi e che se Balitreri andra' via sara' colpa dei tifosi;
3) in merito a certificati medici vari, ricordo che io non mi permetto di sindacare sulla veridicita' o meno di certificati medici dei calciatori del campobasso calcio, ne' credo che lei si possa permettere di dire che questi sono falsi o meno.......sa, commette una calunnia nei confronti degli stessi, passibile di denuncia.
4) viste le sue poco velate allusioni, la prego di non inserire nei suoi deliranti post argomenti riguardanti lavoratori del settore (in questo caso) postale, che le assicuro tutto fanno tranne che presentare certificati e di non additare gli stessi come depositari di questo malcostume.....si fidi ne so qualcosa, e fino a prova contraria se non conosce le cose dovrebbe solo stare zitto e continuare, magari da solo come sta facendo da tempo, ad aprirsi dei post e a darsi delle risposte ai suoi deliranti concetti!
p.s. anche la storia che gia' da 2-3 volte ha cacciato riguardo ai certificati medici dei dipendenti postali le ricordo che e' passibile di calunnia, sia da parte del singolo lavoratore, sia attraverso l'ufficio affari legali di Poste italiane SpA, che le assicuro, su queste cose, e' abbastanza agguerrito.
5) giusto per sorridere un po'.......si fidi io sono uno del KGB, anzi dell' FSB, nuovo acronimo che ha assunto allo sciogliemento dell'Unione Sovietica!


PUNTO E BASTA!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
RockSteady
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS
avatar

Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Gen 27, 2012 8:31 pm

fino a poco fa di iorio era ancora l'addetto stampa della società...

la cosa bella è che basa un articolo su ciò che pensa e non su dati o informazioni certe, più che giornalista trattasi di opinionista!


lagazzetdelmolis si conferma un ottimo giornale per la gabbia dei canarini...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
trakkiula
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 09.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Gen 27, 2012 6:33 pm

la cordata c'è,ha ntenzioni serie,si è manifestata.

come cazzo è che nella nostra città sia ventresca che di iorio pongono dei dubbi sulle loro buone intenzioni?

la merda di montella non ha nemmeno più i soldi per le sigarette....ancora vogliamo difenderlo?

dai tutti uniti appoggiamo la cordata di campobassani,solo cosi' andremo lontano.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Gen 27, 2012 2:35 pm

Il buon Nuclei che si è sempre appellato alla moralità ed al rispetto della legge perchè non si pronuncia sui sig.ri D'Anna, Posillipo e Triarico che vanno avanti a colpi di certificati medici neanche fossero dei dipendenti delle Poste? Si stanno comportando in maniera morale e legale? Non credo, molto più seri Iuliano e Piano, i quali si allenato regolarmente, io se fossi la società li reintegrerei in rosa solo per premio alla loro serietà ed al loro atteggiamento da uomini veri.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Gen 27, 2012 2:26 pm

Vorrei dare un consiglio al buon Nuclei, ma davvero con il cuore in mano, senza cattiveria, fai come me, io non sono un uomo della società, ne tantomeno un emissario del KGB, sono solo un tifoso che ama alla follia la sua squadra di calcio, ama di più il Campobasso Calcio senza tante seghe mentali senza preclusioni in ragione di chi sia il presidente, se tutti avessero amato questa squadra senza tante seghe mentali probabilmente non avremmo vissuto 25 anni anni senza calcio nel dopo Molinari, eppure Capone c'è stato solo negli ultimi 5/6 anni, non a caso il prossimo possibile fallimento del Nuovo Campobasso Calcio ancora una volta lo stanno preparando impacchettato ed infiocchettato proprio i tifosi, come gentile regalo per l'anno in corso, anche se Capone non ha fatto nulla per farsi amare, i tifosi devono capire che se il calcio non interessa nessuno, se allo stadio non ci va più nessuno, se le vicende rossoblù non le segue più nessuno, il dispetto non lo fanno all'odiato Capone, ma a loro stessi, Capone fallisce, sparisce, muore, insomma si toglie dalla circolazione, ma è la città di Campobasso che resta senza calcio, mica Capone, lui al limite si andrà a vedere l'Avellino in C1.
E chiaro che se nessuno segue le vicende del Campobasso qualsiasi presidente sarebbe costretto a ridimensionare l'organico, a parte i traditori fedeli di Provenza che più stanno lontani da Campobasso e meglio è, ma mi chiedo e vi chiedo, come fa un presidente a far restare Balistreri a Campobasso? Per chi dovrebbe giocare Balistreri, per i gradoni cadenti dello stadio? Se ci fossero 3.000 persone ogni domenica, Balistreri avrebbe certamente stimoli diversi.
Si sta tenntando di agevolare questo passaggio di consegne a nuovi imprenditori e la cordata in parte molisana che fa, commette già un errore di fondo, dichiara che prenderà le redini del Campobasso solo la prossima stagione, ovviamente non ci ha capito un cazzo, l'anno prossimo ti prendi il cadavere in decomposizione del Campobasso, che te ne fai, gli fai l'autopsia e poi lo seppellisci?, E meno male che era Capone quello che non sa gestire le vicende rossoblù, questi personaggi hanno iniziato proprio alla grande, ancora non scendono in campo e già fanno un autogoal pazzesco, tra l'altro non gli conviene sul piano economico neanche a loro attendere l'anno prossimo, se per ipotesi Capone riesce a trovare i soldi per andare avanti rialzerà le sue pretese, oggi che è in difficoltà lo puoi prendere alla gola, domani non più, approfitta oggi allora, anzi dovevi approfittare da subito dopo le feste di capodanno così avevi anche la possibilità di agire sul mercato, ma questi scienziati non ci arrivano a certi ragionamenti che facciamo noi uomini della strada.
Questa è l'ennesima volta che la piazza dimostra di non essere all'altezza, altro che Capone si e Capone no. Stai a vedere che ancora una volta verrà un imprenditore da fuori regione (Silvio Sarno), uno con i controcoglioni che a 31 anni era già presidente di Confindustria, egli ha infatti dichiarato di voler prendere il Campobasso da subito, e i Campobassani stanno a guardare.


Ultima modifica di cuore rossoblù il Ven Gen 27, 2012 2:39 pm, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Gen 26, 2012 8:04 pm

EDITORIALE TLP

Macalli, una vittoria da 35 milioni
Vittorio Galigani, espertissimo dirigente, da 35 anni nel mondo del calcio. Già Direttore Generale di club come Verona, Ternana, Taranto, Fano, Cagliari e Pescara.
26.01.2012 15:10 di Vittorio Galigani articolo letto 997 volte


© foto di Luigi Gasia/TuttoLegaPro.com Finalmente si è raggiunto l’accordo. Parliamo della ripartizione dei proventi finanziari derivanti dai diritti televisivi. Quel 10% della vendita collettiva dei diritti tv, grazie alla legge Melandri, vale 190 milioni di euro. Da ripartire tra Lega B, Lega Pro e Dilettanti.
Una bella fetta, pari a 35 milioni di euro (dei quali sedici sono già stati versati), spetterà alla Lega Pro. Per le stagioni 2010/11 (retroattiva) e 2011/12. Una grande vittoria personale per Mario Macalli. Una iniziativa sulla quale ha sempre creduto. Una battaglia vinta da solo, in assoluto, senza l’ aiuto e il supporto di nessuno. Neppure dei presidenti delle società sue affiliate. Ribadiamo. Una vittoria su tutti i fronti per un caso sul quale si sono incentrate polemiche estreme ed aspre. Senza esclusione di colpi, anche a livello giuridico.
Molto più di una boccata di ossigeno per le società della terza serie. In molti si augurano che citata la mutualità possa essere ripartita a breve. Già prima del prossimo 14 febbraio. Per onorare in tempo utile le prossime scadenze relative al trimestre ottobre-dicembre 2011. Questo denaro salverebbe più di qualcuno dal possibile deferimento per inadempienze regolamentari.
Per la ratifica dell’accordo si dovrà comunque attendere la decisione del Coni.
Le modalità di ripartizione della cifra? Di questo se ne dovrà parlare. Intanto è estremamente positivo che la Lega passi all’incasso del corrispettivo. La legge reciterebbe di una spettanza alla quale tutti dovrebbero attingere. Riteniamo però che l’ultima parola, quella più autorevole, sia di competenza del Consiglio di Lega. Proprio in funzione di quel progetto di utilizzo e valorizzazione dei giovani che Macalli sta proponendo, negli ultimi anni, con ottimi risultati.
L’incentivo programmatico a tutela della gestione finanziaria, a salvaguardia di tutta la categoria. Il viatico necessario anche per il riequilibrio tra costi e ricavi. Più giovani in campo? Ben vengano, significa anche contratti meno onerosi e oneri riflessi contenuti. Nel futuro immediato potrebbe anche voler dire più soldi. Intendiamo ancora di più.
Vi pare poco?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Gen 26, 2012 7:54 pm

Infatti, hai ragione, come fa Di Stefano a dire che della gestione attuale se ne deve occupare Capone e che le cose si devono fare con calma, se poi si retrocede e non si prendono i contributi della lega, il suo gruppo cosa se ne fa del titolo di serie D? Tanto vale investire nel 1919, vincere la coppa Italia contro il Termoli e puntare sugli spareggi extra regionali per salire in D.
A questo punto le parole di Falcione, che ha chiaramento fatto intendere di non aver fiducia in questo progetto, mi stridono forte alle orecchie, non vorrei che Falcione abbia fiutato l'ennesima presa in giro ed è subito uscito dal ballo al fine di evitare figure di merda.
A questo punto sarebbe meglio puntare su questo sig. Silvio Sarno che DiLallo dice essere una persona molto seria, ho fatto anch'io un pò di ricerche sul web ed effettivamente mi sembra uno a certi livelli, ma la differenza tra le due opzioni potrebbe far pendere l'ago della bilancia a favore di Sarno soprattutto per il fatto che Sarno ha detto di voler prendere da subito la società mentre l'altro gruppo vorrebbe prenderla solo questa estate a campionato finito, questa cosa mi puzza un pò di bruciato.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
werewolf
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS
avatar

Messaggi : 355
Data d'iscrizione : 23.08.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Gen 26, 2012 3:58 pm

ultima notizia uscita sul giornale di oggi è che anche Sarno (imprenditore di Adripalda nel campo del calcestruzzo) sarebbe interessato ai lupi, ma vorrebbe una sana collaborazione con le istituzioni locali che può essere inteso in vari modi.....
a questo punto mi auguro solo che si sbrigano i nostri imprenditori ad attuare il progetto che hanno, prendere l'anno prossimo il cb equivale a dire che lo prendono dall'eccellenza se nel frattempo capone non paga e/o nessuno aiuta capone a pagare gli stipendi e a prendere qualche rinforzo
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Gen 26, 2012 3:41 am

Coscia Provenza ed i giocatori loro seguaci dovrebbero scendere dal loro piedistallo d'argento e rendersi conto che nel calcio attuale povero e malato non puoi più mangiare caviale e champagne, chiedendo addirittura che ti venga dato anche subito, devi accontentarti di pane e frittata se ce n'è, altrimenti ti conviene cambiare mestiere perché i pasti per ricchi ormai non te li può dare più nessuno. Del resto se questi personaggi non navigano in serie A, evidentemente il caviale e champagne non lo meritano nemmeno.
Non mi sembra che a Selva Piana ci sia la fila di direttori sportivi pronti a fare carte false per avere in squadra i beniamini del duo Coscia/Provenza. E quelli che se ne sono andati non mi sembra si siano accasati nel Real Madrid oppure nel Milan.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Gen 26, 2012 3:32 am

Sull'altro muro un certo nuclei ecc ecc sembra si sia riferito a me, non capisco perché lo fa visto che siamo troppo lontani mentalmente per dialogare, io sono troppo idiota per interloquire con una siffatta cultura che cammina come lui, tra l'altro a me era vietato entrare su quel muro perché un altro tal helveg mi bannava ogni volta che entravo, ora Helveg si è disciolto come neve al sole, come tutti quelli che sanno seguire la squadra solo quando le cose vanno bene, ma non ho alcuna voglia di andare a scrivere su quel muro.
In ogni caso provo comunque a rispondergli anche se so che non servirà a niente, l'amico che mi taccia di essere voltagabbana ha la memoria corta, io ho sempre detto di essere con chi ci mette i soldi, se costui si chiama Capone bene, gli sono e gli sarò riconoscente per tutta la vita, se arriva qualcun altro che gli subentra e che dimostra di essergli superiore io seguirà questo nuovo personaggio senza disconoscere quelli che lo hanno preceduto.
Anche sulla questione Quadri ho già dato più volte il mio punto di vista, ti puoi anche chiamare Maradona ma se non hai voglia di giocare con una squadra le tue prestazioni saranno sempre molto scadenti, guarda caso tutti i seguaci di Provenza di colpo avevano cominciato a fare prestazioni di basso livello, gente che si crede arrivata, gente che pensa di essere un grande campione, gente che si impegna solo quando ha voglia di farlo, poi a volte non si impegna per sciopero dei mancati stipendi, a volte non si impegna perché sono stati mandati a casa i suoi paparini, a volte non si impegna per fare un dispetto a Capone, che accetta di fare il giochino degli under fuori squadra per non far prendere i contributi a Capone, gente che manda certificati medici falsi, quindi illegali (chissà magari quei certificati medici glieli ha firmati proprio il Dott. Provenza) per tirare a campare in attesa di una squadra che non arriva, questa gente è meglio che stia alla larga da Campobasso, noi siamo abituati a gente come Scorrano e Di Risio, giocatori che in campo facevano i leoni, quelli erano gladiatori, altro che giocatori, ecco, uno come loro è il buon Viscido, un lottatore nato. uno che brucia l'erbetta dove passa, tra uno svogliato e presuntuoso Quadri ed un volitivo ed umile Viscido preferisco mille volte quest'ultimo, tra un presuntuoso ed imbroglione (leggasi certificati medici) come d'Anna ed un gladiatore come Rega io preferisco ancora una volta quest'ultimo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Gen 18, 2012 10:56 pm

Nell'altro topic parlavo di calcio di serie C perennemente in perdita, neanche a farlo apposta sull'altro muro hanno messo un link ad un articolo del mitico Guerin Sportivo che fotografa molto chiaramente la situazione in cui si trova il calcio di serie C, ...... e pensare che c'era qualcuno che, come al solito in mala fede, diceva e scriveva che il sig. Capone addirittura con il calcio ci guadagnava, assurdo dire una cose del genere nei confronti di un pazzo che ci ha rimesso milioni e milioni di euro (e già perché solo un pazzo può fare una cosa simile), questo è l'articolo ed il relativo link:
http://blog.guerinsportivo.it/blog/2012/01/17/il-fallimento-della-serie-c/


Il fallimento della serie C

Fra pochissimi anni la serie C, che davvero non riusciamo a chiamare LegaPro, non esisterà più. La maggior parte dei procuratori lo dà per scontato, consigliando ai propri assistiti di rimanere attaccati al proprio posto di riserve in serie B piuttosto che rischiare in una categoria inferiore. La serie C smetterà di esistere non perché alla gente interessi meno rispetto a venti anni fa. Anzi, nell’Italia che fa del campanilismo una religione un campionato del genere ha ancora una ragione per così dire ‘culturale’ di esistere. Quanto ai numeri, siamo ancora su affluenze da serie A di basket o pallavolo anche in piccole piazze.
Come ha spiegato il presidente della LegaPro Mario Macalli, il problema è la sostenibilità finanziaria della categoria, che riguarda la maggioranza delle 77 società. Non per motivi legati al calcio, lì i conti non sono mai tornati e l’attività è da sempre regolarmente in perdita, ma perché secondo Macalli (ma anche secondo la realtà) vanno male le attività principali dei proprietari dei club. Traduzione: è finita una certa Italia in cui c’erano centinaia di imprenditori che avevano la possibilità e l’utilità (annacquamento degli utili, pagamenti estero su estero, sponsorizzazioni farlocche) di far sparire parte degli utili delle loro attività. Con metodi formalmente legali o direttamente creando del ‘nero’. In sport diversi dal calcio la situazione è più visibile: lì le squadre spariscono dalla sera alla mattina, mentre il calcio ha ancora la possibilità di attivare meccanismi ‘sociali’ per rimandare il fallimento.
Tuttora, nell’Italia del 2012, ci sono giocatori che nei Dilettanti (figurarsi in LegaPro) chiedono e ottengono ingaggi da 5mila euro al mese di ‘rimborsi spese’: è evidente che il giochino può reggere solo fino a quando questi soldi, neri o bianchi, esistono. Dire che il problema della LegaPro è il calcioscommesse fa guadagnare qualche titolo di giornale, ma non è certo la credibilità il problema della categoria anche se tutti gli addetti ai lavori la pensano come Serse Cosmi in quel famoso fuori onda (Metà delle partite è finta). Il problema è che oggi esistono sempre meno imprenditori, onesti o disonesti che siano, che abbiano l’interesse e la capacità di mantenere in vita attività sportive in perdita strutturale. Per questo la parola ‘fallimento’, pronunciata da Macalli, è qualcosa che diventerà ben presto di attualità. Non è catastrofismo, ma solo un segno (negativo) dei tempi.
Twitter @StefanoOlivari
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Gen 10, 2012 2:57 pm

Tempo fa dissi che c'erano cose che non si potevano dire pubblicamente sul conto di Coscia e Provenza e dei casini che avevano combinato, bene, una cosa l'ha detta il presidente Capone quindi può essere pubblicizzata, Capone si è ritrovato con alcuni contratti fatti con i giocatori "amanti" di Provenza firmati con firma dello stesso Capone ma falsificata dal duo delle meraviglie, evidentemente quella di falsificare la firma di Capone è uno sport che gli piace fare spesso visto e considerato che l'hanno fatto anche in occasione della vicenda dei comunicati stampa, oppure l'amicizia con Capone ha fatto pensare a Coscia che poteva addirittura sostituire il presidente in tutto e per tutto, anche nella firma, solo nel tirar fuori i soldi tutti scappavano via.
Mi meraviglio di Provenza che dall'alto della sua conclamata cultura non si è reso conto che dai e dai il filo si spezza, ora è lui ed il suo compare Coscia che sono senza squadra, o pensano che in questo clima di crisi sia così facile rimettersi sul mercato e trovare una squadra? Provenza ha sulle spalle tre esoneri oltre alle dimissioni di Gela che sono un esonero camuffato da dimissioni, queste cose gli addetti ai lavori le sanno, quindi il colto Provenza non è proprio senza macchia e senza peccato, con tanta gente brava in giro non sarà facile per lui, con il carattere scorbutico che si ritrova, trovarsi un'altra squadra, a meno che non pensa a rimettersi a fare il gastroenterologo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Gen 05, 2012 7:03 pm

ESTRAPOLATO DAL SEGUENTE ARTICOLO APPARSO SU TUTTOLEGAPRO


INTERVISTE ESCLUSIVE

Il Presidente Macalli a TLP: "Tutto da cambiare. La strada sarà lunga"
ESCLUSIVA TUTTOLEGAPRO.com
03.01.2012 22:02 di Daniele Mosconi articolo letto 2442 volte

Damiano Tommasi

Durante tutta la nostra conversazione Macalli non ci ha mai fatto sentire a disagio. Uomo d'altri tempi. Spesso uomini come lui, con tutti gli impegni che hanno, sono presi da mille distrazioni. Lui no, si concede a noi. C'è un attimo in cui il suo garbo diventa rabbia. Parlando dei mali del calcio, il presidente si sofferma su una dichiarazione di Damiano Tommasi, presidente dell'Associazione Calciatori. In una sua intervista apparsa su uno dei maggiori quotidiani italiani, l'ex centrocampista della Roma ha dichiarato: "E' uno scandalo che in Lega Pro, il 70-80% dei calciatori prenda si e no 40 mila euro l'anno".

Macalli quando dice queste parole alza la voce come un crescendo fino alla fine della frase. Da lì il suo volto si tira in una smorfia di indignazione. Il suo essere persona sanguigna esce in tutta chiarezza: "Ma ci rendiamo conto o no, di cosa ha detto Tommasi? Robe da matti! Come si possono dire cose simili? Tommasi è ragazzo intelligente, però alle volte francamente io non posso pensare che abbia potuto dire una cosa del genere. Mi scusi eh! Come si può dire che sia uno scandalo che un calciatore professionista guadagni qualcosa come ottanta milioni delle vecchie lire? Ma quando si dicono queste cose si ha un po' il senso della realtà, oppure Tommasi dimenticha che ci sono apprendisti che prendono sì e no 6-700 euro al mese? Operai che non arrivano a fine mese, leggendo queste cose, lei immagina come si possono sentire. Il vero scandalo è lui con queste dichiarazioni. Lo ribadisco tre volte: scandalo scandalo scandalo!".
Futuro delle società

Il discorso verte sui costi che ogni società deve affrontare nell'arco di una stagione. Il presidente non fa nomi: "Durante la stagione, una media società di 2^ Divisione affronta spese per una cifra che gravita intorno a un milione e mezzo. Mettiamo che tra contributi per il minutaggio e incassi dai biglietti, una società abbia un introito, quando va bene, di cinquecentomila euro. Lei si renderà ben conto che in questo modo una società può andare avanti ben poco. Allora qui entra in gioco un altro discorso, già dibattuto nella nostra chiacchierata. Qui c'è un estremo bisogno di riforme vere, non annunciate. Io sono pronto a chiudermi dentro una stanza, gettare la chiave, non uscendo finchè non si trova una soluzione".

Il 2012

La nostra lunga conversazione sta per concludersi. Macalli ha energia da vendere. I suoi occhi, fino a qualche istante fa, pieni di passione, tornano a rabbuiarsi quando gli chiediamo come vede il futuro per la Lega Pro. Le braccia si muovono con fare sconsolato. Le sue mani si stringono, la sua voce si fa cupa: "Sono molto preoccupato, inutile nasconderlo. In vista ci sono molti altri punti di penalizzazione. Ci sono casi in 2^ Divisione che lasciano sgomenti. Penso a Giulianova. Io conosco il presidente D'Agostino, persona per bene, ne ha passate di cotte e di crude, compresa una malattia, ma è stato lasciato solo. Mentre a Savona la situazione è diversa. Lì l'ultima dirigenza -dati alla mano- ha fatto dei disastri inenarrabili. Io ho parlato con il sindaco della città dando la nostra disponibilità, per quel poco che potevamo fare. Savona è una piazza importante, speriamo che tutto si sistemi per il meglio. Dobbiamo capire -scusi se mi ripeto- che così non si va più avanti. C'è da cambiare tutto, a partire dalla mentalità della gente. La strada da percorrere è molto lunga, però se mai si inizia, mai si finisce".


Quando quelli che ancora addossano le colpe a Capone (il quale di colpe ne ha eccome, ma è l'unico stronzo che fa qualcosa per il calcio, pur non essendo un campobassano) punendolo e non andando più allo stadio capiranno cosa costa il calcio e che mircaolo fanno i presidenti che riescono tra mille problemi a portarlo avanti, avremo fatto un passo avanti, altrimenti prepariamoci al Campobasso 1919 che salirà di qualche categoria per poi fallire, e dopo ci saranno I Lupi Molinaro che saliranno di qualche categoria e poi falliranno, e poi ci sarà il Campobasso Pinco Pallino che salirà di categoria e poi fallirà, e noi sempre alla finestra a gettare merda in faccia al presidente di turno recitando il ruolo di esperti e soloni del calcio che, loro si, che sanno come si dovrebbe gestire il calcio cittadino. Ah già, dimenticavo, ma noi abbiamo fatto la serie B.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Sab Nov 19, 2011 6:32 pm

Ancora una figura di merda degli insultatori di Capone.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
werewolf
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS
avatar

Messaggi : 355
Data d'iscrizione : 23.08.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Sab Nov 19, 2011 4:45 pm

oddio Exclamation alla lista (ovviamente non la mia) dei nemici del cb si aggiunge cosco che ha detto: la società ha fatto bene ad esonerare coscia Shocked Shocked Shocked Shocked quindi ora anche cosco passerà da special wolf a lecchino dei capone
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
trakkiula
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 09.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Nov 18, 2011 7:09 pm

PER UNA VOLTA MI COMPLIMENTO CON TELEREGIONE PER COME STA SEGUENDO LE TRATTATIVE.CHE NON MOLLASSERO E SOPRATTUTTO SPERIAMO CHE NON SI TRATTI DELL'ENNESIMO BUCO NELL'ACQUA COME CON TUTTE LE ALTRE CORDATE.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
werewolf
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS
avatar

Messaggi : 355
Data d'iscrizione : 23.08.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Nov 18, 2011 6:59 pm

dopo le dichiarazioni di colarusso ieri sera su tele regione anche lui sarà diventato nemico del campobasso da cacciare via alla svelta, forse a qualcuno piaceva più il colarusso dell'altra volta quando ebbe un comportamento, sempre nella stessa trasmissione, che non oso definire regalando a tutti belle parole Shocked
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
michele CB
spettatore
spettatore


Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 13.10.08

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Nov 14, 2011 11:35 am

hey tu che tanto lo difendi sempre....ma il presidente chi è????è capone????e allora pagasse...altrimenti vendesse se non vuole pagare....sempre a scrivere e scrivere....se io sono proprietario di una auto l'assicurazione la devo pagare io...mica mi dimetto e me la paghi tu?....adesso basta ci stai scocciando.....LUI RESTA PRESIDENTE E LUI DEVE PAGARE....TUTTO TALMENTE SEMPLICE.....
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Sab Nov 12, 2011 10:50 pm

E intanto son partiti i bonifici per il pagamento della prima trance di tre mensilità di stipendi, ovviamente con i soldi di Capone, non con quelli degli amici degli insultatori, ora mi chiedo e vi chiedo, solo a chi ragiona, ovviamente, era necessario fare tutto quel casino che hanno fatto Provenza e Coscia? Certo che no, ma evidentemente avevano i loro buoni motivi nascosti per farlo, altro che atto morale per star vicino ai ragazzi, solo alcuni fessi che abboccano all'amo del partito preso contro Capone e che insultano qui sopra possono bersi simili corbellerie, è molto bello l'articolo di un tifoso che si fa chiamare Diabolik e che ha fatto pubblicare le sue verità su "Primo Piano Molise" di oggi, egli fa una fotografia dell'operato di Coscia tutt'altro che limpido e tutt'altro che onesto, ci ha preso quasi al 100%, andate a leggerlo finchè il giornale sarà on line, l'amico Diabolik ha tracciato un autentico identikit di Coscia e delle sue furbizie a danno di Capone e del Campobasso, e pensare che avevo abboccato anch'io all'amo, avevo creduto anch'io che fosse davvero un amico di Capone e del Campobasso, mah, mai fidarsi di nessuno.
Collegatevi:
http://www.primopianomolise.it/sfogliabile/sfoglia.php
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Nov 09, 2011 8:08 pm

Continuate a girare attorno al problema, io voglio vedere il campobasso calcio indipendentemente da chi sia il suo presidente, faccio il tifoso, non faccio il giudice, ne l'agente della Finanza, ne l'ispettore, ne tantomeno sono il padreterno per giudicare l'operato del presidente della mia squadra del cuore, ne tantomeno ho i mezzi e le capacità per farlo, ho la massima umiltà di riconoscere di non essere NESSUNO per poter giudicare il prossimo, evidentemente voi siete così grandi, così bravi, così capaci da poter giudicare chi fa una attività a perdere, ci rimette i soldi, la faccia ed il fegato, ne prendo atto, ma credo che siate fuori dal mondo e che dobbiate cospargervi il capo di cenere perchè, così come il sottoscritto, anche voi non siete nulla più che un umile essere umano, poi se volete continuare a sentirvi un Dio e continuare a giudicare il prossimo, fate pure, il mondo è pieno di presuntuosi che pensano di poter giudicare, insultare, fischiare, bistrattare, umiliare il prossimo, ma questi soggetti prima o poi pagano sulla loro pelle questa prosopopea, io, facendo il tifoso, sposo la causa di chi la domenica mi permette di andare allo stadio e vedermi una partita di calcio della mia città, non vado oltre questo mio umile ruolo di tifoso, oggi chi me lo permette si chiama Capone e gli sono grato, gliene sono ancor di più perchè non è di Campobasso e nonostante tutto ci mette i soldi che i miei concittadini non ci mettono, chi vuole rompere quel giocattolo non può avere riconoscenza da me perchè io il giocattolo non voglio perderlo, quando qualcun altro mi dimostrerà di essere più bravo, più simpatico, più organizzato di Capone e mi farà vedere un calcio a livelli più alti riceverà la mia stima e gli riconoscerò di essere stato superiore a Capone, oggi nessuno me lo ha dimostrato e pertanto sto con Capone, se domani Pulitano, Falcione o chissà chi altro mi dimostreranno di essere più bravi, seguirò il loro progetto calcistico e abbandonerò Capone, non ho sposato Capone, non ho a che fare con lui e non mi frega nulla di Capone persona, mi frega solo di Capone presidente del Campobasso, io sto solo con il CAMPOBASSO, voi evidentemente no.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
luposolitario
spettatore
spettatore


Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 17.10.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Nov 09, 2011 6:57 pm

cuore rossoblù ha scritto:
Cari Luigione e werewolf, non c'è niente da fare, non si riesce a farli ragionare, sono annebbiati dall'odio verso Capone e si schierano con chiunque sia contro il presidente mettendo sotto i piedi qualsiasi principio di coerenza e serietà, sarebbero capaci di schierarsi anche con il diavolo purchè egli conbatta contro Capone, sarebbero capaci di prostituirsi pur di lottare contro Capone.
Quando gli dici che se non si gradisce l'operato di Capone, sicuramente non eccelso ma comunque di colui che mette i soldi e che fa i fatti a differenza di tutti gli altri voccaloni come loro, quando gli dici che l'alternativa è comprare il Campobasso da Capone o, se lui non vende o chiede troppo, ripartire con un altro progetto dimostrando con i fatti e non con gli insulti di essere superiori a Capone, non ti danno risposta confermando che si tratta solo di 20 quaquaraqua che non contano nulla, non hanno argomentazioni valide se non quelle dell'insulto.
I fatti sono che Capone ad oggi non ha eluso alcun obbligo contrattuale con i tesserati, ne tantomeno nei confronti della lega, e nemmeno nei confronti di altri soggetti, visto che vitto e alloggio sono a carico dei giocatori e visto che la scadenza di legge per i pagamenti è fissata per il 14 novembre. Piuttosto i sig.ri Coscia e Provenza hanno commesso gravi irregolarità manifestando la propria presunzione e calpestando la società che gli da il pane, e si, perchè il pane glielo dovrà dare comunque e nei termini previsti dalla lega.
I giocatori, pilotati dal gatto e la volpe hanno di proposito perduto le due gare contro Ebolitana e Fano manifestando una grossa scorrettezza non solo verso il presidente ma verso tutti i tifosi che pagano per andare a vedere uno spettacolo sportivo vero e non falso.
Peccato che non posso parlare, me se potessi raccontare qui sopra quello che ha fatto Coscia ........, credo che persino gli insultaotri capirebbero che non c'era altra scelta rispetto a quella del divorzo dal bravissimo e potentissimo direttore sportivo.

Parli di prostituzione perchè è quello che "moralmente" fai tu nei confronti di Capone? oppure è la mansione che hai in contratto?
Adesso ci vai giù pesante dicendo che la squadra si è venduta 2 partite, ti rendi conto di quali assurdità stai dicendo? Secondo te abbiamo l'anello al naso, siamo degli imbecilli matricolati che non sappiamo discernere dove sta il marcio? Il marcio è CAPONE ed la sua ristretta cerchia, non so cosa sia venuto a fare a Campobasso, è evIdente che nelle ultime due stagioni ha dato il peggio di sè, forse anche mal consigliato dalla FAVI- che tutto si puo dire tranne che sia stata capace di fare qualcosa di buono e propositivo - e da MOLINO che lo scorso anno ha allestito una squadretta e lasciate perdere Cosco che non c'ntra nulla ne con Capone e ne' con Molino. Perchè non molla il signor capone? troppi debiti e nessuno che possa metterci tutti i soldi che chiede? perchè tutte le trattative falliscono? - e ce ne sono state non credete alla befana- RICICLAGGIO DI DENARO SPORCO? mah i suoi stretti collaboratori, quelli di campobasso intendo, nei bar dicono proprio questo. Ma noi alle chiacchiere da Bar non vogliamo credere e crediamo solo a una cosa: LA SQUADRA E'VALIDA, LO STAFF TECNICO E' VALIDO... LA SOCIETA'? MAH...............
E poi mi sembra che lo scorso anno nel giro scommesse è finito anche il Campobasso, e forse molte cose sono ancora da chiarire o mi sbaglio? Però io non sono un calunniatore come te CUORE ROSSOBLu' quindi preferisco credere che siano solo chiacchiere da BAR . La realtà è che Capone ha dei metodi da mafioso, la storia dei contratti al minimo con l'impegno a dare vitto alloggio è davvero vergognosa perchè aldilà dei contratti esiste la parola data, la stretta di mano tra persone oneste. Capone ha dei nipoti giusto, i figli di Gaudiano, se domani capitasse a loro di venire trattati così ( vabbè che hanno già incontrato la FAVI)? se sulla strada incontrassero uno come lui? perchè dovete giustificare l'ingiustificabile? non avete un minimo di senso dell'onore e della moralità?
GIU' LE MANI DALLA SQUADRA GIù LE MANI DAL MISTER - NON PROVATE A INFANGARE QUESTI RAGAZZI E VERGOGNATEVI SOPRATTUTTO TU CUORE ROSSOBLU'
PS. MA QUANTO TI PAGA CAPONE? ASSEGNI POST-DATATI IMMAGINO
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
trakkiula
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 09.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Nov 09, 2011 5:07 pm

ai 2 cachielli finti ex cuc,visto che molti che non ci sono più si rivolterebbero nella tomba,dico per l'ennesima volta che il loro presidentissimo sta giocando sporco da anni fottendosi i soldi,altro che milioni di euro.

vuoi vedere che gente che ha fatto la serie a come aliberti fatta scappare dalla merda non va bene per cb?
oltre a lui coscia ha detto di aver incontrato anche altre cordate ma tutte sono state infruttuose....
se avete ancora qualche rotella in testa fatela girare....se poi vi piace fare come marrazzo fate voi..
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Nov 09, 2011 3:03 pm

Cari Luigione e werewolf, non c'è niente da fare, non si riesce a farli ragionare, sono annebbiati dall'odio verso Capone e si schierano con chiunque sia contro il presidente mettendo sotto i piedi qualsiasi principio di coerenza e serietà, sarebbero capaci di schierarsi anche con il diavolo purchè egli conbatta contro Capone, sarebbero capaci di prostituirsi pur di lottare contro Capone.
Quando gli dici che se non si gradisce l'operato di Capone, sicuramente non eccelso ma comunque di colui che mette i soldi e che fa i fatti a differenza di tutti gli altri voccaloni come loro, quando gli dici che l'alternativa è comprare il Campobasso da Capone o, se lui non vende o chiede troppo, ripartire con un altro progetto dimostrando con i fatti e non con gli insulti di essere superiori a Capone, non ti danno risposta confermando che si tratta solo di 20 quaquaraqua che non contano nulla, non hanno argomentazioni valide se non quelle dell'insulto.
I fatti sono che Capone ad oggi non ha eluso alcun obbligo contrattuale con i tesserati, ne tantomeno nei confronti della lega, e nemmeno nei confronti di altri soggetti, visto che vitto e alloggio sono a carico dei giocatori e visto che la scadenza di legge per i pagamenti è fissata per il 14 novembre. Piuttosto i sig.ri Coscia e Provenza hanno commesso gravi irregolarità manifestando la propria presunzione e calpestando la società che gli da il pane, e si, perchè il pane glielo dovrà dare comunque e nei termini previsti dalla lega.
I giocatori, pilotati dal gatto e la volpe hanno di proposito perduto le due gare contro Ebolitana e Fano manifestando una grossa scorrettezza non solo verso il presidente ma verso tutti i tifosi che pagano per andare a vedere uno spettacolo sportivo vero e non falso.
Peccato che non posso parlare, me se potessi raccontare qui sopra quello che ha fatto Coscia ........, credo che persino gli insultaotri capirebbero che non c'era altra scelta rispetto a quella del divorzo dal bravissimo e potentissimo direttore sportivo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
werewolf
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS
avatar

Messaggi : 355
Data d'iscrizione : 23.08.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Nov 09, 2011 11:28 am

il problema di questa città o di parte di questa è che si attaccano le persone per partito preso come ho scritto sull'altro muro.
la questione è che ragionandoci su alla fin fine capone, per quest'anno calcistico, sta ancora nelle regole della lega pro.
se e dico se non pagherà entro il 14 nov allora è tutto un'altro discorso e allora si che i giocatori e staff tecnico potranno fare comunicati e tutto quello che vogliono perchè ne hanno diritto. io però non mi spiego perchè gente come coscia e provenza non sappiano le regole della lega pro oppure le sanno ma fanno finta di cono conoscerle. per quanto riguarda vitto e alloggio se i patti erano ve la vedete voi e li hanno accettati è inutile che ora si lamentano. se poi si vuole dire che questa situazione è disumana, che capone è cattivo verso i giocatori lo possiamo anche dire, ma al momento non sta infrangendo nessuna regola federale. quando le infrangerà sarò pronto nel criticarlo anche io.

l'anno scorso molino e cosco erano osannati da tutti e al cambio con coscia e provenza tutti si sono lamentati io sopratutto per i modi, mentre ora tutti li osannano. spero che si sia cambiata opinione perchè sono veramente bravi come lo sono, ma hanno sbagliato a fare i comunicati, e non per andare contro capone. infatti se non sbaglio li stanno osannando a mille ovvero vanno anche a sostenerli agli allenamenti solo perche coscia e provenza si sono messi contro capone, perchè prima di quei comunicati anche se sapevano della situazione precaria dei giocatori visto che dicevano capone non sta pagando non sono mai andati agli allenamenti non hanno mai proposto di invitarli a fare una pizza o altro (e con questo non voglio dire che sbagliano a prendere queste iniziative anzi sono lodevoli, ma sono i tempi e i modi che mi fanno capire che lo fanno solo per andare contro capone usando lo staff tecnico).

infine vogliamo dire che capone sta gestendo male la situazione? vogliamo dire che non ha legato con la piazza? vogliamo dire che a livello di marketing stiamo al livello di un bimbo di 5 elementare (con tutto il rispetto del bimbo) con un sito e una pagina fb fermi al celano? sono tutte cose vere e sono tutte cose per cui vorrei che se ne andasse e si facesse una cosa un po più seria, il problema con CHI?. bisogna però riconoscere che ci ha portati in c2 dopo una decina d'anni, ipotecando cose sue e non nostre e che la società è purtroppo solo sua e solo lui ne decide cosa farne e purtroppo a che prezzo vendere.

se noi tifosi vogliamo comandare l'unica soluzione è che si fa l'azionarato popolare ci si compra una squadra in eccellenza (non c'è 2 senza 3) e ci gestiamo tutto noi. problema grande è che qui a cb nessuno vuole metterci i soldi e quindi alla fine ci dobbiamo rassegnare ad avere presidenti che ne fanno di tutti i colori o vi siete scordati quelli precedenti?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
luigione
spettatore
spettatore


Messaggi : 19
Data d'iscrizione : 25.05.09

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mer Nov 09, 2011 2:52 am

lupo solitario.......ti ricordo i vostri post che si concludevano tutti con un bel "Cosco e Molino due di noi". Forse li hai dimenticati......ora molino si prostituiva e Cosco è completamente stato dimenticato ed il nuovo idolo è Provenza.......ma le contestazioni non nacquero con la sostituzione di Cosco e Molino con il duo Coscia e Provenza responsabili della non riconferma di Minadeo? E meno male che vi vantate della vostra coerenza!!!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
luposolitario
spettatore
spettatore


Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 17.10.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Nov 08, 2011 3:23 pm

cuore rossoblù ha scritto:
Chi difende l’uomo brizzolato ed accusa Capone per averlo mandato via è giustificato perché non sa cose c’è dietro il gatto e la volpe (staff tecnico del Campobasso), quel signore si è macchiato di atti addirittura più gravi di quelli che fece Traini l’anno scorso, Capone lo considerava un amico ed ha dovuto ingoiare quest’altro boccone amaro.
Capone ne ha fatte di cazzate a Campobasso, ma l’esonero del brizzolato era inevitabile, non si può fare il doppio gioco, spingere i giocatori a non impegnarsi in alcune partite minacciandoli che se non lo fanno non troveranno più squadra, fare la cresta sui contratti dei giocatori e per questo motivo far firmare oltre 30 contratti quando ne bastavano solo una ventina , o addirittura lavorare dietro le quinte per gettare discredito sulla società per poi farla comprare per quattro denari ai suoi amici. Abbiamo abboccato tutti all'amo credendo che i comunicati fossero farina del sacco di Provenza e invece .....
Chi ha un po’ di cervello ricorderà la frase detta da Capone nei giorni dei comunicati stampa: “Provenza parla come se il Campobasso fosse di sua proprietà”, devono far pensare quelle frasi dette dal mister nelle interviste di ieri: “Noi stiamo lavorando per riportare gente allo stadio” oppure: ”il progetto che stiamo portando avanti”, ma come, lui è abbastanza intelligente da capire che non ci sarà alcun progetto, vuoi perché la società potrebbe essere venduta, vuoi perché sicuramente, nel caso di continuazione di Capone alla presidenza, lui sicuramente non sarà più l’allenatore del Campobasso ………. a meno che la società non se la comprano loro, capisc a me.
Il guaio è che il brizzolato è molto potente e potrebbe continuare a muovere i fili anche dal di fuori della società.
Ma di che parli cuore falso rossoblù? ma quando ti riferisci alle creste sui contratti ti riferisci al metodo Molino immagino...Come mai la maggior parte dei giocatori che vogliono fare fuori i fantastici 4 sono ragazzi che sono qui dallo scorso anno, hai letto i loro nomi sui giornali no? e poi vai a vedere le rose delle società attrazzate per far ben in questo campionato che mi sembra preveda tanti turni infrasettimanali e quindi un necessario turn.over o sbaglio? Ma le partite le vedi? Abbiamo avuto 3 squalificati e una serie di infortunati senza una rosa adeguata dove ti avvii? Ma le ca---te più grandi le dici quando parli di giocatori minacciati da Coscia e Provenza? ma stai davvero male oppure come ribadisco ancora una volta cerchi di seminare il veleno di capone, quindi sei uno della sua cricca. Io credo che siano davvero persone per bene e si è visto che la squadra si impegna allo spasimo ed ha fatto fronte comune in più di un occasione nonostante il trattamento ricevuto e le minacce che credo non arrivino certo dalllo staff ma piuttosto da quei 4 disgraziati che sono la vergogna del calcio rossoblù. Solo Giovanni di stefano è stato peggio di Capone ed è tutto dire...pare sia ancora in galera in Spagna, giusto?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Nov 08, 2011 3:28 am

Chi difende l’uomo brizzolato ed accusa Capone per averlo mandato via è giustificato perché non sa cose c’è dietro il gatto e la volpe (staff tecnico del Campobasso), quel signore si è macchiato di atti addirittura più gravi di quelli che fece Traini l’anno scorso, Capone lo considerava un amico ed ha dovuto ingoiare quest’altro boccone amaro.
Capone ne ha fatte di cazzate a Campobasso, ma l’esonero del brizzolato era inevitabile, non si può fare il doppio gioco, spingere i giocatori a non impegnarsi in alcune partite minacciandoli che se non lo fanno non troveranno più squadra, fare la cresta sui contratti dei giocatori e per questo motivo far firmare oltre 30 contratti quando ne bastavano solo una ventina , o addirittura lavorare dietro le quinte per gettare discredito sulla società per poi farla comprare per quattro denari ai suoi amici. Abbiamo abboccato tutti all'amo credendo che i comunicati fossero farina del sacco di Provenza e invece .....
Chi ha un po’ di cervello ricorderà la frase detta da Capone nei giorni dei comunicati stampa: “Provenza parla come se il Campobasso fosse di sua proprietà”, devono far pensare quelle frasi dette dal mister nelle interviste di ieri: “Noi stiamo lavorando per riportare gente allo stadio” oppure: ”il progetto che stiamo portando avanti”, ma come, lui è abbastanza intelligente da capire che non ci sarà alcun progetto, vuoi perché la società potrebbe essere venduta, vuoi perché sicuramente, nel caso di continuazione di Capone alla presidenza, lui sicuramente non sarà più l’allenatore del Campobasso ………. a meno che la società non se la comprano loro, capisc a me.
Il guaio è che il brizzolato è molto potente e potrebbe continuare a muovere i fili anche dal di fuori della società.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Mar Nov 08, 2011 2:47 am

Mi viene da sorridere a pensare che coloro che portavano in cielo Molino vittima di Coscia che lo aveva fatto cacciare insieme a Cosco, Minadeo e Monti, adesso hanno rovesciato completamente la loro opinione: Coscia è diventato un brav'uomo vittima di Capone e Molino si è trasformato nel demonio, bisogna avere proprio una laurea in materie di competenza dei voltagabbana banderuola per arrivare ad un atteggiamento così infimo.
Per la serie: "Chi si schiera contro Capone è nostro amico indipendentemente da chi esso sia e da che posizione avevo prima nei suoi confronti."


Ultima modifica di cuore rossoblù il Mar Nov 08, 2011 3:30 am, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
luposolitario
spettatore
spettatore


Messaggi : 13
Data d'iscrizione : 17.10.11

MessaggioTitolo: Non ti vergogni proprio eh?   Lun Nov 07, 2011 11:48 pm

cuore rossoblù ha scritto:
A questo punto, se non si fa un repulisti generale, si rischia di scrivere altre pagine di questa nuova telenovelas, chi ci dice che Coscia non muova i fili da lontano spingendo i giocatori a remare contro la società? A vendersi le partite o a non impegnarsi facendolo di proposito come è già successo con Ebolitana e Fano? Del resto sono tutti suoi giocatori. Chi ci dice che Provenza resti leale e non si metta a giocare sporco anche lui?

Ma non ti vergogni? a frequentare gente come capone e molino pensi che siano tutti come loro? pronti a vendersi anche la madre o la moglie? senza scendere al tuo livello, credo che se c'è qualcuno in grado di mettere su un bel giro di scommesse sia proprio Gigi Molino, che tra l'altro qualche macchia in tal senso ce l'ha...o non sei informato?
Quelli come te non meritano persone oneste come questo staff e sai quale è la colpa di Coscia? essersi fidato del ducetto di montella, evidentemente non sapeva di cosa poteva essere capace. Mi vergogno di essere campobassano quanto sento uno come te, servo da due lire, insinuare e giustificare l'ingiustificabile. Una teoria c'è l'ho su di te che tu sia uno di loro dei fantastici 4, o uno dei pochi servi sciocchi che hanno ancora al seguito...Vergognati se ti riesce. Se c'è uno che si venderebbe anche l'anima quello sei tu, lo fai in tutto quello che scrivi, ma CAMPOBASSO non è come TE, NOI ABBIAMO CAPITO CHI FA IL GIOCO SPORCO!!! CAPONE VERGOGNATI E anche tu cuore (falso) rossoblù
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
frank78
Super Ultras
Super Ultras
avatar

Messaggi : 199
Data d'iscrizione : 12.07.08
Età : 39
Località : Roma

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Nov 07, 2011 10:24 pm

Una cosa è sicura. Gettando continuamente benzina sul fuoco non si fa altro che buttarsi la zappa sui piedi e non favorire nessuna soluzione favorevole.
Io non so cosa ha fatto di preciso Coscia e non voglio dare giudizi, ma nel momento in cui (in questa condizione di grande confusione e incertezza) la squadra sta andando alla grande c'era bisogno di stemperare gli animi e darsi una bella calmata. Mi solleva il fatto che mister Provenza sia ancora al suo posto, perchè è davvero un grandissimo tecnico e mandarlo via sarebbe la stronzata del millennio.
Per il resto io continuo a vivere la passione per la mia squadra alla giornata. Anche oggi il Campobasso esiste ancora.....altro non c'è. E le contestazioni per me avrebbero valore solo se ci fosse un'alternativa all'oblio.

Se avete voglia di contestare, fatelo verso quegli infami dei politici. Quelli si che ci stanno prendendo per il culo, e a calci nel culo meriterebbero di essere presi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Nov 07, 2011 9:23 pm

A questo punto, se non si fa un repulisti generale, si rischia di scrivere altre pagine di questa nuova telenovelas, chi ci dice che Coscia non muova i fili da lontano spingendo i giocatori a remare contro la società? A vendersi le partite o a non impegnarsi facendolo di proposito come è già successo con Ebolitana e Fano? Del resto sono tutti suoi giocatori. Chi ci dice che Provenza resti leale e non si metta a giocare sporco anche lui?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Nov 07, 2011 9:14 pm

Sembrerà strano ma secondo me uno dei responsabili di tutta questa vicenda è Ventresca, infatti è lui che ha pubblicato una carretta di notizie riguardanti possibili aiuti ed ingressi in società promossi da Berardo, ricordate la volata alla campagna elettorale fatto sulle pagine del Quotidiano? Ebbene Capone, stufo di leggere tutte quelle notizie, organizzò la conferenza stampa di dimissioni da presidente, era come dire: Adesso mi dimetto così vediamo tutti questi personaggi amici di Berardo che vogliono entrare in società o che vogliono aiutare la società con sponsor megagalattici se escono fuori o sono solo invenzioni.
A seguito d quelle dimissioni i vari Provenza, Coscia e giocatori si sono impauriti ed hanno pensato che, non avendo preso stipendi, con le dimissioni del presidente, rischiavano davvero di ritrovarsi senza squadra e senza soldi, così si sono mossi con i comunicati stampa ed hanno creato il putiferio che noi tutti conosciamo.
Sicuramente Ventesca è in buona fede, non poteva immaginare di provocare sto casino, ma in realtà tutto è partito proprio da quelle voci messe in giro per favorire Berardo.
Poi Capone e lo staff tecnico ci hanno messo del loro, Capone come al solito non riesce ad essere equilibrato e spara sempre a zero senza rifletterci prima, lo staff tecnico di contro non ha capito quale danno provocava alla società, a Capone ed alla nostra città, ma se vogliamo anche a se stessi, infatti sono loro che si stanno giocando il posto, purtroppo, piaccia o no, il proprietario della S.r.l. Nuovo Campobasso non è ne Provenza ne Coscia, a meno che non si comprino le quote societarie.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Lun Nov 07, 2011 8:59 pm

NOTIZIE UFFICIALI

UFFICIALE: Campobasso, Coscia non è più il diesse
07.11.2011 15:50 di Andrea Zalamena articolo letto 335 volte


© foto di Luigi Gasia/TuttoLegaPro.com Il Campobasso ha comunicato che in data odierna, il Direttore Sportivo Enrico Coscia è stato sollevato dall'incarico in essere con il club molisano.


Peccato, quest'anno si stavano facendo le cose per bene, e adesso siamo di nuovo nel casino, c'è da dire però che da voci attendibili sembra che Coscia abbia fatto delle scorrettezze molto gravi, anche in riferimento ai contratti dei giocatori, del resto i direttori sportivi ed i procuratori sono tutti così, è difficile trovare gente corretta al massimo, nel momento in cui non c'è più fiducia come fai ad andare avanti con il nemico in casa? E inevitabile che si arrivi alla rottura, non ci sarebbe da scandalizzarsi se nel futuro dovesse saltare anche la testa di Provenza, Coscia e Provenza hanno dimostrato di essere molto bravi ma con la storia dei cumunicati stampa l'hanno combinata troppo grossa, Coscia ha tentato di rimettere le cose a posto tirandosi fuori dalla vicenda ed evitando di sottoscrivere i successivi atti di Provenza, ma ormai era troppo tardi, Capone quando scopre che lo volevi fottere non perdona, con lui hai chiuso, anche se sei un fraterno amico di famiglia.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
trakkiula
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 09.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Dom Nov 06, 2011 1:20 pm

capò dai che oggi con l'incasso della giornata ci paghi forse la bolletta del telefono...

previsti 300 spettatori....compresi i 2 capponi,la puttanella con i tacchi a spillo e la merda ultima arrivata.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
RockSteady
CAPO ULTRAS
CAPO ULTRAS
avatar

Messaggi : 412
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Nov 04, 2011 10:20 pm

cuore rossoblù ha scritto:
A conferma di quello che avevo preannunciato, ho appena visto lo sport a telemolis nel quale è stato detto testualmente: "Nel pomeriggio di ieri alcuni emissari della società si sono recati presso la Lega Pro a Firenze e siccome il Nuovo Campobasso non ha alcuna pendenza finanziaria nei confronti della Federazione, la lega stessa ha autorizzato lo svincolo di una parte della fideiussione, grazie a ciò il Campobasso potrà pagare gli stipendi in scadenza ai tutti i tesserati."
Come vedete, ancora una volta toppate alla grande e nonostante facciate ogni mese la danza della morte di Capone, il Campobasso è più vivo che mai e con grandissimo sacrificio riesce ancora una volta a rispettare gli impegni.

ma perchè non ti stai zitto che fai solo figure di merda??
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Nov 04, 2011 10:15 pm

A conferma di quello che avevo preannunciato, ho appena visto lo sport a telemolis nel quale è stato detto testualmente: "Nel pomeriggio di ieri alcuni emissari della società si sono recati presso la Lega Pro a Firenze e siccome il Nuovo Campobasso non ha alcuna pendenza finanziaria nei confronti della Federazione, la lega stessa ha autorizzato lo svincolo di una parte della fideiussione, grazie a ciò il Campobasso potrà pagare gli stipendi in scadenza ai tutti i tesserati."
Come vedete, ancora una volta toppate alla grande e nonostante facciate ogni mese la danza della morte di Capone, il Campobasso è più vivo che mai e con grandissimo sacrificio riesce ancora una volta a rispettare gli impegni.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Nov 04, 2011 8:29 pm

Ma poi voi due non lo volete proprio capire che dire che stiamo malissimo non è un disonore per Capone che ha fatto davvero tutto quello che poteva per andare avanti da solo, semmai è un disonore per la nostra città che non ha fatto un cazzo per salvare la baracca.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Nov 04, 2011 8:26 pm

Ok aspettiamo il 14 Novembre e come al solito rimarrete delusi, è successo già decine di volte, negli anni passati avete sempre pronosticato mancati pagamenti, mancate iscrizioni, mancate domande di ripescaggio e tragedie varie, siete sempre rimasti perdenti, ma aggiungo anche che prima o poi, se nessuno aiuta e da una mano, sarete vincenti perchè Capone si romperà il cazzo e ci manderà a cagareed a quel punto potrete brindare alla fine del calcio nella nostra città.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
trakkiula
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 802
Data d'iscrizione : 09.09.08

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Nov 04, 2011 7:43 pm

zenigà non perderci tempo a convincere l'unico che si ostina a mettersi a 90 e prenderlo nel culo ridendo.

per il resto aspetto ancora qualche giorno prima di parlare,a testimonianza che io palle non le sparo....io.

dico solo che stiamo messi malissimo,stipendi o non stipendi.il futuro non c'è.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Zenigata
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : Campuash fuori sede

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Nov 04, 2011 2:45 pm

Una cosa giusta però bisogna dare atto all'assessore di averla detta a gaudiano "mò veng alla cas e t rall propr" !!! cheers
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Nov 04, 2011 1:14 pm

Va via per lasciare il Campobasso a chi?
Al sindaco che dice che non ha i soldi nemmeno per comprare un gelato? Ti ricordo che a Luglio l'erbetta del campo l'ha ripristinata Capone, con risultati orribili perchè il Comune durante l'estate non l'aveva neanche innaffiata, Hai setinto l'assessoruco allo sport che ha detto? ha detto che non ci sono alternative a Capone, lo dicono persino i suoi acerrimi nemici, come quello che stava ieri ospite a Teleregione, come cazzo si chiama, Aufiero, mi sembra,
Oppure la lascia a Pulitano insieme al bandito giornalista che non riescono nemmeno a vincere il campionato di eccellenza con il 1919, hanno cambiato già tre allenatori.
Oppure a gent come Rizzi, sappiamo che hanno combinato nel passato.
Oppure a Falcione che ha 4 stipendi arretrati da pagare ai proprio operai.
Oppure ai tifosi (azionariato popolare) che non vogliono pagare nemmeno 12 euro per entrare allo stadio.
Intanto sto stronzo di Capone, con tutte le sue mestruazioni, con tutti i suoi colpi di follia, ci ha fatto ripescare in serie C, ci ha iscritti al campionato e a Novembre pagherà la prima tranche degli stipendi, con grandissimi sacrifici, facendo i salti mortali, nonostante tutti i suoi nemici e denigratori.
Se arriva Moratti e si prende il Campobasso, io lo abbraccerò e sarò pronto a spingere via da Campobasso Capone, ma nella situazione attuale mi tengo quel poco di buono che ho e mi vado a vedere la partita la domenica, tra l'altro mi diverto pure, visto che la squadra è forte.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Zenigata
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : Campuash fuori sede

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Nov 04, 2011 9:56 am

strano, perchè se non sbaglio lo ha detto direttamente lui in conferenza stampa ch i soldi sonofiniti e lavorno non ce n'è! O era lui o una sua controfigura, cmq queste dichiarazioni le hanno registrate tutte le tv! Io mi chiedo a questo punto perchè non va via, lo aveva annunciato ma dopo tre giorni si è rimangiato la parola, come sempre!!

mi raccomando, adesso di che non è vero e che la conferenza è stata fatta apposta, tanto il tempo sarà sempre galantuomo, come lo è stato fino ad ora con questo soggetto!!!!! bau...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
cuore rossoblù
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 2076
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : CAMPOBASSO

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Ven Nov 04, 2011 2:47 am

Fai finta di non capire ma capisci perfettamente, Capone non è che non ha più soldi in generale, egli non ha più soldi da dare in beneficenza a noi stronzi che non collaboriamo, che non aiutiamo, che gli buttiamo fango in faccia, diverso è il rapporto con chi lo stima.
Ma scusa tu daresti una mano ad una persona che tutti i giorni ti chiama coglione, deficiente, figlio di puttana, fallito, incompetente, imbroglione, ecc. ecc. e allora perchè lui dovrebbe continuare a finanziarci, rischiando la propria azienda e la sue proprietà? Ma davvero pensate che Capone sia così coglione? Il Campobasso lo dobbiamo finanziare un pochino anche noi, altrimenti ciao al Campobasso di Capone e andiamo a vederci il 1919.
O pensi di saperne di più di chi scrive questi articoli e che sta sulla piazza quotidianamente?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Zenigata
FEDELISSIMO
FEDELISSIMO
avatar

Messaggi : 242
Data d'iscrizione : 05.02.08
Località : Campuash fuori sede

MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   Gio Nov 03, 2011 9:59 pm

hahahahahahahahahahaha sei megli di Zelig!!!! e con quali soldi lo paga? con gli assegni dei quali denuncia poi lo smarrimento? o con cambiali errate? come diceva Totò "ma ci faccia il piacere"!!!!!!!!!!! pig
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'   

Tornare in alto Andare in basso
 
IL FUTURO DEL CALCIO NELLA NOSTRA CITTA'
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 6 di 7Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente
 Argomenti simili
-
» Uccellina in gabbia
» Primo elfetto nella noce portafortuna
» Mona nostra verso SKY?
» 002 - Giugno 2010 - Solo me ne vò per la città ...
» Il calcio la fa da padrone, bene Paolini su La7

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ilmurodeitifosi :: IL MURO DEI TIFOSI-
Andare verso: